PIAZZA AFFARI SUPER, CHIUDE CON UN GRAN BALZO

19 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso sui massimi e con un gran rimbalzo la prima seduta del dopo Ferragosto, caratterizzata dai volumi ancora esigui e da un’alta volatilità.

La giornata era iniziata però con un altro segno , condizionata negativamente dalla chiusura in rosso di Tokio, che ha peraltro depresso in avvio tutto il Vecchio Continente. Ma poco dopo la partenza il listino milanese è passato in positivo per arrivare poi al giro di boa con gli indici ben impostati verso l’alto.

Ma il vero punto di svolta è arrivato alle 16:00 dal continente americano. A far correre i listini è stato, infatti, il dato superiore alle stime relativo al superindice di luglio che ha spronato gli acquisti sui mercati americani, che hanno risalito la china dopo un avvio cauto.

Gli indici Usa si sono così lasciati alle spalle le notizie negative della seduta odierna, che hanno visto in primo piano la decisione della Sec di riservarsi l’approvazione di alcune certificazioni, che vedono nel mirino, tra le altre società, il colosso dei media Aol Time Warner (AOL – Nyse) e la farmaceutica Bristol-Myers (BMY – Nyse).

In Europa non hanno così avuto peso notizie negative come quella che Merrill Lynch ha ridotto le stime sugli indici delle principali piazze europee. Resta comunque in piedi il discorso sulla fuga degli investitori dai fondi azionari.

Il Mibtel si è fermato a +2,90%;
Il Mib30 ha chiuso a +3,34%;
Il Midex si è fermato a +1,48%;
Il Numtel ha chiuso a +2,54%.

Il titolo principe dei tecnologici, ovvero Stmicroelectronics è stato al centro dell’attenzione della seduta.

Il titolo della società italo francese, che venerdì scorso aveva incassato un guadagno di oltre 7 punti percentuali, quest’oggi si è ripetuta con una crescita superiore all’8%.

Secondo un’importante banca d’affari italiana il settore in cui opera Stm, cioè quello dei semiconduttori, è in grosse difficoltà, ma è strategicamente vincente nel futuro. Secondo Websim.it il titolo è caro, e conserva circa 300 punti di sovraperformance sull’indice di settore negli ultimi otto anni, ha multipli molto alti, ma è ancora a un prezzo interessante nonostante i due collocamenti forzati da parte di France Telecom. Per il broker il titolo vale €30.

Molto bene hanno viaggiato gli editoriali con Mediaset a tirare il plotone cui si è accodata anche Seat Pagine Gialle.

Copioso denaro anche sulle tlc. A casa Pirelli tengono ancora banco le speculazioni sull’accorciamento della filiera di controllo della scuderia Telecom Italia. I titoli delle due holding e quelli delle società operative sono stati tra i migliori del Mib30.

Gli energetici hanno recuperato il passivo iniziale e la sola Snam Rete Gas e Italgas hanno ceduto terreno. Acquisti invece per Eni e Saipem sul rialzo del prezzo del greggio. Il prezzo del Brent ha superato quota $27 al barile dopo le dichiarazioni del ministro del Kuwait, Sheikh Ahmad al-Fahd al-Sabah, che l’Opec non aumenterà a settembre la produzione.

Sempre nel settore energia, si è messa in luce Enel . Oggi ha parlato l’amministratore delegato Paolo Scarone.

Da metà seduta in poi hanno corso anche i finanziari, e la stessa Fineco ha rimbalzato con forza. In evidenza troviamo Mediolanum , Fideuram, Unicredito e San Paolo Imi.

Ottimo il settore assicurativo con Alleanza in gran spolvero. Il comparto oggi è stato oggetto di valutazione da parte degli analisti di Jp Morgan.

Il settore resta sotto i riflettori, anche perché ancora non si conoscono i premi da rimborsare in seguito alle alluvioni che hanno flagellato l’Europa del centro e dell’Est in questi ultimi giorni.

Tra le altre azioni sparse per il listino si segnala la buona crescita di Autogrill sul Midex, mentre prosegue il periodo grigio di Alitalia. In calo anche La Fondiaria, mentre Sai si è fermata sulle quote della vigilia.

Buoni gli acquisti su Ducati in attesa di vedere se le indiscrezioni sull’uscita del principale azionista corrispondano a verità.

Crescita a doppia cifra per Bayerische Vita dietro indiscrezioni su un’eventuale Opa totalitaria in arrivo.

Sul Nuovo Mercato Freedomland si è mantentua al di sotto dei livelli di contro Opa a €13 presentata nei giorni scorsi e sulla quale la società si pronuncerà questa sera.

Bene e.Biscom e, in particolare, Digital Bros, It Way e I.Net, sospesa nel corso della mattinata per eccesso di rialzo.

Per Tiscali si riavvicina con il balzo odierno la resistenza dei €6.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana