PIAZZA AFFARI: SUL NUOVO MERCATO PESA IL NASDAQ

19 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Il Nuovo Mercato paga pesantemente il prezzo di un Nasdaq in forte rallentamento nella seduta di venerdì scorso e assente nella giornata di oggi: i mercati americani restano chiusi per il President’s Day.

Il Numtel cede il 4,81%.

Tutto il comparto tecnologico è poi sotto pressione sulla scia dei profit warning che hanno colpito la settimana scorsa colossi americani e canadesi

Sui dieci peggiori titoli dell’intero listino italiano, otto appartengono alla New Economy. Tiscali lascia il 9,11% a €14,25. “Ci sono venditori grossi – informa WallStreetItalia il trader di una Sim piemontese, e anche gli scambi sono abbastanza sostenuti, considerando la giornata un po’ fiacca”.

Il problema, aggiunge l’operatore, è che il mercato non ha grossa fiducia nella società in questo momento, e quando anche “colossi come Lehman Brothers riducono il rating come è successo la settimana scorsa, è facile prevedere che il recupero non sarà immediato”.

Freedomland è stata sospesa per eccesso di ribasso : “nelle ultime sedute il titolo aveva recuperato, e quando in borsa c’è qualcosa che si può ancora spolpare, si procede con le prese di beneficio finchè è possibile”.