PIAZZA AFFARI SU, E’ STATO IL GIORNO DEI DIFENSIVI

26 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso in denaro una giornata che sembrava destinata a un finale in profondo rosso. Le premesse c’erano tutte. Una chiusura in forte calo per il Nasdaq, un’apertura con il segno meno e un giro di boa da brivido, con il listino milanese che ha triplicato le perdite registrate in partenza.

A far tornare l’ottimismo sui mercato ci ha pensato Wall Street, rinvigorita dal dato sulla fiducia dei consumatori Michigan di fine luglio, rivelatosi migliore delle attese. Piazza Affari è passata in denaro e si è mantenuta sopra i livelli della parità.

Il comparto predestinato a soccombere a colpi di “sell” è stato quello dei tecnologici, affossati da Taiwan Semiconductor.

Il Mibtel è salito a 17.813 punti (+0,77%).
Il Mib30 ha raggiunto quota 24.027 punti (+0,65%).
Il Midex ha guadagnato lo 0,65% a 22.278 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.304 punti (-0,61%).

Solo nel finale Stmicroelectronics ha recuperato parte delle perdite e ha chiuso debole, trascinando in calo anche la controllante Finmeccanica.

Telefonici a due velocità. Mentre Telecom Italia e Tim, in attesa del prossimo lancio dell’Umts, hanno chiuso in denaro, Pirelli ha ceduto terreno. La holding di controllo del gruppo in mano a Marco Tronchetti Provera ha comunicato gli utili, che hanno deluso molti investitori del titolo di Bicocca. Il titolo ha chiuso sulla soglia psicologica di €1.

Chi non ha deluso sono gli energetici, e più in generale i titoli considerati difensivi, come Italgas, Snam Rete Gas, Aem, Enel e Autostrade. Bene anche Eni.

Contrastati gli assicurativi, fortemente consigliati come “buy opportunities” da diverse banche d’affari. Bene Ras e Generali, in calo invece Alleanza e, sul Midex, di Fondiaria, in grossa difficoltà e tra i peggiori di oggi.

Occhi puntati su Borgosesia, sospeso dalle contrattazioni in attesa di comunicato.

Tra i finanziari ha perso terreno Fineco, all’indomani dell’accordo con Toro Assicurazioni e Capitalia, in calo anche Banca Fideuram e IntesaBci.

Sul Nuovo Mercato bene Dada, dopo l’accordo con Hdp per la cessione della controllata Hdpnet e Freedomland, che ha chiuso sopra il prezzo di Opa a €11 lanciato da Interactive Group, mentre Tiscali ha chiuso in leggero calo ma sopra a rea €5.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana