PIAZZA AFFARI: STM SOFFRE SE FINMECCANICA VA VIA

19 Febbraio 2001, di Redazione Wall Street Italia

STMicroelectronics è in calo a Piazza Affari dove lascia il 2,79% a €42,10.

Il titolo risente in un doppio ordine di fattori. Da una parte, il momento di bassa del Nasdaq e dei titoli tecnologici che si riflette anche sulla società italo-francese di semiconduttori: dall’altra l’intervista di Alberto Lina al quotidiano tedesco Handelsblatt. Lina è il numero uno di Finmeccanica, che detiene il 22,4% di STMicroelectronics. (Vedi Piazza Affari: i titoli da tenere d’occhio)

Lina intende vendere o ridurre una partecipazione definita “esagerata” se si presenteranno “le condizioni favorevoli a vendere”.

“Con l’aria che tira, non mi meraviglia che Finmeccanica tiri fuori di nuovo un argomento peraltro in circolazione da tempo – commenta a WallStreetItalia l’analista di una Sim milanese – come è accaduto già per i media, anche per il comparto dei semiconduttori è in arrivo il momento dei downgrading; Finmeccanica vorrà smobilizzare i capitali investiti in STMicorelectronics che tuttavia non le assicurano la maggioranza.

L’analista prevede che Finmeccanica sposterà il suo baricentro verso altri settori di attività, come quelli aerospaziale e della difesa.

“Certo – osserva l’analista – quando sarà il momento Finmeccanica non potrà vendere il suo 22,4% in STMicroelectronics in borsa: per non sconvolgere il mercato avrebbe bisogno di troppo tempo per disimpegnarsi; dovrà trovare un compratore, ma sarà importante vedere a quali prezzi: oggi c’è una grave crisi di immagine e forse anche effettiva per alcuni titoli o comparti. E’ assolutamente impossibile dare una valutazione in questo momento”.