PIAZZA AFFARI: STM IN CALO DEL 2,98%

21 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

STMicroelectronics accusa un calo a Piazza Affari pari al 2,98% a €37,45 dopo aver toccato un minimo a €36,3. “Il consiglio è di comprare intorno ai €33 euro – dice a WallStreetItalia Donatella Principe, analista di Banca Popolare di Vicenza – non prima, perché in effetti in questa situazione è ancora difficile essere certi di aver toccato il fondo”.

Il titolo soffre in sintonia con il comparto hi-tech americano, sulla scia delle ultime notizie che hanno interessato in particolare due big del settore.

Oracle, gigante USA del software, ha infatti preannunciato nella serata di ieri il taglio dell’1%-2% del personale, e una crescita piatta di fatturato e utili per il trimestre terminato a febbraio.

Hewlett-Packard, uno dei primi produttori di personal computer del mondo, ha preannunciato un piano di riduzione dei costi, sulla previsione che il trimestre in corso non porterà un aumento delle vendite.

“STMicroelectronics – sottolinea l’operatore di una Sim milanese – produce semiconduttori, ma non dipende strettamente dal mercato dei pc, essendo stata capace di diversificarsi nei settori, per esempio, delle stampanti o delle fotocopiatrici; tuttavia il mercato tende a fare di tutta l’erba un fascio, e se cade il mercato del computer comincia a vendere anche il titolo di questa società che pure ha confermato per quest’anno tassi di crescita prossimi al 15%”.