PIAZZA AFFARI SOFFRE CON IL NASDAQ: -0,56%

12 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dalla chiusura il listino continua a soffrire dai segnali incerti, tendenti al negativo, provenienti dagli Usa dove il Dow Jones oscilla al di sopra e al di sotto della parità, e il Nasdaq è decisamente in campo negativo.

Il Mibtel segna alle 17 ora italiana un ribasso dello 0,56%; il Mib30 è a -0,52%; il Midex a -0,77%. Forte calo nel Nuovo Mercato, che risente anche della flessione dei titoli informatici a New York.

Una seduta assolutamente opaca, quella di oggi. Tra i titoli in calo si segnalano Enel che perde l’1,9%, e Eni, in ribasso dello 0,87%. L’amministratore delegato del Gruppo petrolifero italiano Vittorio Mincato non è riuscito evidentemente a infondere ottimismo agli analisti nel corso dell’incontro che si è svolto oggi a Milano. Mincato ha annunciato fra l’altro che uno degli obiettivi è la riduzione dei costi fino al 60%.

Sugli scudi, invece, Ras. Il titolo brilla già dalla scorsa settimana; ora sta guadagnando il 6,36%. La società di assicurazione ha reso noto oggi di aver avviato il servizio di liquidazione dei sinistri online, che consente di denunciare un furto o un danno alla propria auto via Internet attraverso il sito intitolato alla Compagnia. Sempre via Internet, il danneggiato può decidere se far riparare il veicolo presso uno dei carrozzieri selezionati da Ras. Inoltre chi possiede un cellulare wap potrà accedere alle informazioni relative al sinistro direttamente sul telefonino.

Gran fermento sui telefonici, con la sensazione che si sta preparando qualche grossa operazione che vedrà al centro i titoli della scuderia Colaninno. A parte Tim, che ora cede lo 0,73%, in forte crescita risultano Tecnost, +5,05%, Olivetti, +4,94%. Per Telecom andamento più contenuto, con un rialzo dello 0,77%.

Molto bene Cementir, +2,06% dopo un massimo a +3,24%. A spingere il titolo c’è la buona performance di tutta la scuderia Caltagirone, che beneficia dell’effetto-annuncio legato alla quotazione di Caltagirone Editore.

In crescita anche Targetti, società fiorentina dell’illuminazione recentemente quotata a Piazza Affari. Sta prendendo il 5,26%.

E intanto salgono anche i valori della Snia: +2-3% su tutte le categorie di azioni con scambi in netto aumento.