PIAZZA AFFARI: SEAT PRONTO A RIPARTIRE

24 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seat Pagine Gialle è il migliore del Mib30 con un rialzo dell’1,45% a €1,19. I volumi sono però poco piu’ che discreti con oltre 9 milioni di azioni scambiate.

Nelle sale operative si parla di prime timide ricoperture e c’è chi è pronto a scommettere che, se il mercato riparte, l’editoriale sarà tra i titoli che più potranno dare soddisfazione agli investitori.

Il titolo torinese di fatto è stato tra i più colpiti dalla forte correzione del mercato, ma anche per ragioni intrinseche alla politica espansiva della società, che ha portato avanti operazioni che non sempre sono piaciute al mercato, vedi l’opa sulla svedese Eniro.

“A livello speculativo Seat è il titolo che offre di più, cosi’ come Tiscali – commenta a WallStreetItalia un trader che preferisce rimanere anonimo – e questo per due semplici ragioni”.

“La prima è che i fondi sono completamente scoperti, nessuno ha Seat in portafoglio, e anche per questo si permettono continui giudizi di vendita (sell), senza paura di fare sgarbi a nessuno. La seconda è che il titolo è stato bastonato e senza l’operazione Eniro ora sarebbe a €2”.

Elemento fondamentale nel discorso del trader è la fine del movimento laterale di Piazza Affari e il ritorno degli acquisti da parte degli hedge fund: “Il mercato non è lontano da una svolta, soprattutto se il Nasdaq continua con i segnali di forza che ha dato in quest’ultima settimana dove, dopo una crescita di sei sedute di fila, ha trovato uno storno fisiologico nella giornata di ieri”.

“Con il ritorno della liquidità – aggiunge l’operatore di una Sim italiana – in tanti si riposizionerebbero sul titolo, magari non in modo massiccio, ma tanto da determinare comunque una forte accelerazione delle quotazioni”.