PIAZZA AFFARI: SEAT E TIM A TESTA IN GIU’

18 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Mibtel amplia le sue perdite e segna –0,78%. Migliora il Mib30 e lascia lo 0,70%. Per il Midex –0,79%.

Soffrono i titoli telefonici e, più in generale, i tecnologici sulla scia dell’arretramento di Wall Street venerdì scorso. La forte debolezza è dimostrata dal –1,57% di Tim e ancor più da Seat, in calo del 3,77%. Telecom perde lo 0,94%.

Al contrario, si mettono in evidenza i petroliferi grazie al caro-greggio. Il settore in Italia è in sintonia con l’indice settoriale Eurostoxx 50 per gli energetici, che al momento è l’unico positivo in Europa (+0,15%).

Eni cresce dell’1,65% a 6,4 euro, dopo aver toccato il massimo a 6,41 euro. Erg sale dell’1,18% a 3,42 euro dopo un massimo a quota 3,45; le ordinarie Saipem mostrano un progresso dell’1,88% a 7,06 euro. Un euro vale 1936,27 lire.