Piazza Affari risale dai minimi dopo Wall Street

21 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’andamento in frazionale rialzo di Wall Street dopo un avvio cauto giova a Piazza Affari che, al pari delle altre principali euro borse si risolleva dai minimi intraday. Il Ftse All-Share mostra ora un calo dello 0,41%, mentre il Ftse Mib lima lo 0,45%, stessa variazione percentuale osservata dal Ftse Star. In una sessione povera di dati macro l’attenzione è tutta concentrata sulla valanga di trimestrali giunta tra ieri sera ed oggi dagli Usa, con gli investitori che sembrano voler vagliare attentamente ogni singolo numero prima di prendere posizioni. Dal fronte valutario anche l’euro si risolleva dai minimi nei confronti del dollaro tornando nel primo pomeriggio sopra 1,34, precisamente a 1,3405. In attesa dei dati sulle scorte di petrolio negli States, il brent rimane stabile sopra quota 84 dollari al barile. Sui livelli di parità dopo una prima parte di contrattazioni in profondo rosso il titolo della Fiat, anche oggi sotto i riflettori dopo l’annuncio a sorpresa del cambio al vertice la vigilia. Oggi il gruppo torinese ha diffuso i conti del 2009 e il Piano Industriale al 2014 (attualmente in corso di illustrazione nella Conference per l’Investor Day). Resta invece in rosso marcato la controllante Exor. Si confermano offerti i finanziari in una giornata “no” anche a livello europeo dopo l’exploit di ieri sull’onda dell’entusiasmo per i conti di Goldman Sachs. Maglia nera a Azimut. Tra i pochi segni più del paniere principale ancora brillante Buzzi, galvanizzata da un upgrade. Accelera Luxottica, anche questa interssata oggi da un buon giudizio degli analisti. Prosegue ben impostata STM in una sessione tutta in discesa per il comparto tecnologico europeo dopo i conti della Apple migliori delle attese.