Piazza Affari riflessiva in avvio assieme all’Europa

14 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Partenza incolore per la borsa milanese nel giorno della verità per il governo Berlusconi. E’ previsto per oggi il voto sulla fiducia alla Camera e al Senato mentre ieri il Presidente del Consiglio ha sottolineando l’importanza della stabilità politica in una fase così delicata per l’economia europea. In volata la moneta di eurolandia che approfitta della debolezza del biglietto verde nei confronti delle principali divise internazionali sulla possibilità che Moody’s riveda l’outlook degli Usa a seguito dell’estenzione dei tagli fiscali. Il cross eur/usd ha oltrepassato la soglia degli 1,34 per attestarsi a 1,3462. C’è grande attesa per la riunione del FOMC in agenda stasera e per il vertice Ue del 16-17 dicembre. Tra i dati macro si attende l’inflazione di Francia, Spagna e Gran Bretagna, lo Zew tedesco, la produzione industriale della zona euro e in Usa i prezzi alla produzione, le vendite al dettaglio e le scorte e vendite all’industria. L’indice FTSE IT All-Share avvia gli scambi con un lieve rialzo dello 0,05% a 21341,72 punti mentre il FTSE MIB sale dello 0,06% a quota 20646,27. Poche note rilevanti sul listino principale. Edison tenta il rimbalzo dopo il tonfo di ieri sulla smentita delle voci di un aumento di capitale. Tra i petroliferi scivola Tenaris, al centro degli acquisti nella precedente seduta. Sonnecchia Generali. Il Presidente del Leone di Trieste, Cesare Geronzi ha confermato la designazione di Paolo Vagnone quale country manager Italia. Rcs perde mezza frazione di punto all’indomani della riunione del cda durante il quale sarebbero state illustrate le linee del piano strategico 2011-2013. Exploit di Biancamano che ha annunciato stamane di essersi riaggiudicata una commessa in Lombardia attraverso la sua controllata Aimeri Ambiente.