PIAZZA AFFARI RESTA DEBOLE, PESANTI I TECNOLOGICI

15 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

L’andamento incerto di Wall Street e soprattutto il calo del Nasdaq, mantengono il Mibtel in territorio negativo a -0,15% e il Mib30 a-0,01%.

Sul Nuovo Mercato si abbatte la lettera per Opengate (-4,58%), Art’è (-4,3%), Chl (-4,31%) e Tiscali (-3,71% con oltre 520 mila pezzi trattati). Tra i tecnologici male anche Stmielectronics (-4,16%), mentre le I.Net salgono dell’1%.

Tra le Blue Chip guidano il plotone le Mediobanca a +3,32%, seguite dalle ottime Eni anche in oggi in forte rialzo (+2,03%). Denaro anche per le Aem (+1,91%) e per le Generali (+1,56%).

Sempre depressi i telefonici che hanno mosso di poco i loro indici rispetto alla precedente rilevazione.

Ottime le Gemina (+5,21%) che con il Consorzio Leonardo ha preso il 51,1% delle Adr, titolo che ora sale del 4,45%.

Pioggia d’acquisti per le Terme acqui, sugli scudi tutto il giorno e ora a +22,86%.

In pesante ribasso le Hdp (-3,31%).