PIAZZA AFFARI: PRIMO MIBTEL IN RIALZO DELLO 0,18%

12 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Dopo la chiusura positiva del Nasdaq, venerdì scorso, Piazza Affari sente di poter tentare un avvio positivo: il mercato ritiene che i dati sui prezzi alla produzione Usa riflettano tutto sommato un’assenza di spinte inflazionistiche; inoltre la stretta monetaria della Bce (Banca centrale europea) della scorsa settimana, di portata doppia rispetto alle aspettative, lascia prevedere un periodo piuttosto lungo senza altre sorprese.

Dunque, il primo Mibtel segna un aumento dello 0,18%; per il Mib30 si ha +0,11%; per il Midex +0,22%.

Sotto i riflettori Eni, che lascia -0,79% a 4,69 euro (un euro vale 1936,27 lire): oggi a Milano il vertice del Gruppo di Piazza Mattei incontrerà gli analisti finanziari.

Movimento attorno ai titoli della scuderia Colaninno, con Tecnost in crescita dello 0,63% a 4,30 euro, e Olivetti a +1,09% a 4,16 euro.

In rialzo Banca Popolare di Novara, +1,03% a 6,09 euro.