Piazza Affari prende il sole d’agosto

9 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Si conclude con un buon rialzo la giornata borsistica milanese. Piazza Affari termina infatti in territorio positivo al pari degli altri eurolistini una sessione interlocutoria in attesa del Fomc e con volumi scarsi per il clima vacanziero. In una giornata avara di spunti dal fronte macro, i riflettori sono tutti puntati sull’esito della riunione di politica monetaria della Fed di domani sera, da cui ci si attende qualche misura per dare stimolo alla ripresa dell’economia statunitense. Le attese per il Fomc ridanno un po’ di slancio al dollaro dopo lo scivolone di venerdì in concomitanza con i deludenti dati sul mercato del lavoro, con il cross euro/dollaro sui minimi intraday a 1,3240 usd. Il prezzo del petrolio viaggia invece a 81,45 dollari al barile. L’indice FTSE IT All-Share termina con un guadagno dell’1,16% a 21.817, il FTSE MIB con un +1,22% a 21.341. Più contenuti i rialzi del FTSE Mid Cap +0,72% a 23.578 e del FTSE Star +0,59% a quota 10.753. Unipol regina del paniere principale dopo i conti annunciati venerdì a mercati chiusi. Tra i migliori anche Mediaset oggi premiata dagli analisti insieme alla controllata spagnola Telecinco, Intesa Sanpaolo e Enel. Quest’ultima ha raggiunto un accordo con l’Antitrust circa il prezzo dell’energia in Sicilia chiudendo l’istruttoria. Intanto tra i bancari UniCredit stringe ulteriormente la propria “amicizia” con la Libia, dopo che la banca centrale del paese nordafricano ha dato il via libera preliminare all’apertura di una filiale nella propia nazione. Il rialzo delle quotazioni del greggio sostiene gli energetici, in particolare Saipem. In gran forma Eni, dopo aver ceduto a Gas Plus il 100% del capitale di Padana Energia per 175 milioni di euro. L’accordo prevede inoltre un’opzione di acquisto a favore di Gas Plus esercitabile entro il 30 settembre 2010 per la vendita del 100% del capitale di Adriatica Idrocarburi. Bene le Pirelli dopo che gli analisti di Goldman Sachs hanno alzato il target price portandolo da 6,93 a 6,99 euro, reiterando il giudizio neutral. Per Societe Generale, invece, la raccomandazione resta buy mentre il prezzo obiettivo sale a 6,30 da 5,94 euro. Maglia nera per Fiat dopo una prima parte di giornata frizzante. Il titolo chiude in fondo al Ftse Mib sul “sell on news” dopo gli ottimi conti della Chrysler annunciati a fine mattinata. Sull’ampio giornata vincente per le energie rinnovabili specie KR Energy dopo che Fisi è diventato il nuovo socio di maggioranza relativa. In volo TerniEnergia, grazie alla sigla di accordi con TRP BV, la Joint Venture Italo-Cinese tra TOLO e SAAE (costituita per realizzare investimenti nel settore fotovoltaico in Italia ed Europa) e MILIS ENERGY, per la progettazione, realizzazione, messa in esercizio, gestione e manutenzione di 2 parchi solari con potenza complessiva di circa 12 MWp per un controvalore di Euro 40 milioni. Si conferma bollente Olidata, che la scorsa settimana ha precisato di non essere a conoscenza di una possibile acquisizione da parte di Acer.