Piazza Affari positiva un passo dietro l’Europa

2 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finale positivo per Piazza Affari anche se con un passo più lento rispetto al resto d’Europa, che trae beneficio dall’andamento tonico di Wall Street. In una seduta oggi interlocutoria e priva di statistiche macro statunitensi rilevanti, l’attenzione degli investitori si rivolge alle riunioni di politica monetaria della Bce e del Boe di giovedì oltre al tasso di disoccupazione Usa, venerdì prossimo. Intanto sul mercato valutario il dollaro si conferma sostenuto nei confronti dell’euro, approfittando delle preoccupazioni sulla stabilità finanziaria della Grecia. Il cross eur/usd viaggia infatti a 1,353 dollari. Tra gli indici milanesi, il Ftse All-Share mostra un rialzo dello 0,57% a 21.965,82 punti mentre il Ftse Mib avanza dello 0,52% a 21.431,41 punti. Il Ftse Mid Cap sale dello 0,99% a 24.015,55 punti ed il Ftse Star guadagna lo 0,63% a 11.009,7. Nel principale paniere, corre veloce la Fiat sulle parole del presidente del Lingotto, Luca Cordero di Montezemolo al Salone dell’auto a Ginevra. Ieri i dati sulle immatricolazioni in Italia hanno evidenziato un aumento delle vendite a febbraio con una quota di mercato in calo. Toniche le banche che recuperano la debolezza di ieri. In fermento Lottomatica alla vigilia del cda sul bilancio 2009. Luxottica fanalino di coda a seguito dei conti 2009, che secondo il mercato sono stati al di sotto delle attese. Gli analisti della banca d’affari Centrosim hanno ridotto la raccomandazione sul titolo a sell da buy, con target price rivisto a 18 da 19,3 euro. Tra i pochi ribassi anche Ansaldo STS che ha indicato per il 2010 ricavi compresi tra 1,23-1,3 miliardi. Sottotono Telecom Italia e Fastweb dopo che il gip di Roma ha rinviato la decisione sulla richiesta di interdizione di Fastweb e Telecom Italia Sparkle richiesta dalla procura nell’ambito dell’inchiesta sul riciclaggio. Debole Cir con la controllata Sorgenia che ha annunciato un utile 2009 in leggero crescita e ricavi in calo. Sul completo, repentino balzo in avanti di Landi Renzo sulla notizia della fornitura a Toyota dei propri sistemi Gpl per i modelli Aygo e Yaris. In luce Datalogic scelta dai sette maggiori Retailers francesi per la fornitura di 30.000 lettori di codici a barre. Brilla Indesit che ha ottenuto il certificato di conformità del Sistema di Gestione della sicurezza e salute sul lavoro secondo lo standard internazionale OHSAS 18001 rilasciato dalla Società SGS.