PIAZZA AFFARI: POCHE IDEE, MERCATO IN ALTALENA

23 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari va in altalena e passa con molta facilità dal territorio positivo al negativo in una giornata un po’ particolare, che vede le Borse di Tokio e New York chiuse per festività e poche idee sul tappeto.

Gli investitori preferiscono stare alla finestra in attesa di maggiori certezze. In ballo infatti, resta ancora l’incertezza delle presidenziali americane e gli effetti negativi sul mercato USA, dove il Nasdaq anche ieri ha fatto un tonfo di oltre il 4%.

In questo momento la Borsa di Milano sta guadagnando lo 0,06% con il Mibtel e lo 0,24% con il Mib30. Il Fib30 cresce dello 0,18%, mentre anche il Nuovo Mercato riprende quota con +0,36%.

“Non ci sono movimenti particolari – dice a Wallstreetitalia un trader di Rasfin Sim – i volumi sono bassi, non ci sono spunti ma in compenso c’è molta cautela da parte degli investitori dopo le perdite dei giorni scorsi; non si vedono neppure i cacciatori di occasioni. Insomma, si aspetta domani, ma ancora di più si aspetta l’apertura di lunedì prossimo”.

Il listino aveva aperto in rialzo, “e questo – osserva ancora il trader – aveva fatto sperare in un aggiustamento delle posizioni in assenza delle contrattazioni in America; invece la giornata vola bassa, come nel resto d’Europa”.

Le luci restano accese comunque su Eni. Sta cedendo l’1,21% a 7,16 euro: “è comunque il titolo della settimana; per ora sta ripiegando dai massimi di ieri, ma ha ancora margini di risalita”.

Tra i titoli che stanno guadagnando oggi c’è Olivetti (+0,88% a 3,32 euro). Le azioni della holding sono sotto osservazione dopo che Telecom Italia ha smentito l’esistenza di trattative con Pirelli, come ventilato da rumors rilanciati dalla stampa.

Marcia bene anche Edison (+0,39% a 12,09 euro). Il titolo è in fase di forte crescita. La società sta studiando l’opportunità di fare un’offerta per alcune attività che le spagnole Endesa e Iberdrola devono vendere per vedere approvata dalle autorità spagnole la loro fusione.

Ancora meglio si sta comportando Montedison (+2,55% a 2,29 euro), sulle voci di nuovi acquisti da parte del finanziere Roman Zaleski.

Bene anche Alitalia (+0,24% a 2,075 euro). La Compagnia di bandiera ha appena annunciato un accordo commerciale con Korean Air.

Sull’altro fronte, ecco Pirelli SpA che per quasi tutta la mattina è stata la peggiore del Mib30. Ora perde lo 0,98% a 3,65 euro. Il gruppo di Marco Tronchetti Provera è proprio in queste ore al centro di rumors che indicano come imminente un accordo con Olivetti. Le voci sono state tuttavia smentite.

Sul Nuovo Mercato cresce Cad it (+2,19% a 31,7 euro) in attesa del consiglio di amministrazione che oggi dovrà esaminare i conti trimestrali.