PIAZZA AFFARI PIATTA, DENARO SU INTESABCI E BIPOP

18 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari chiude debole, sulla falsariga dell’apertura, una giornata scandita dalla partita tra Italia e Corea del Sud, che ha in pratica congelato le contrattazioni per quasi due ore.

A metà giornata gli scambi sono stati rarefatti e concentrati su pochi titoli, come Juventus e soprattutto Basicnet.

Il titolo della società che distribuisce le magliette della Nazionale ha avuto una fiammata al gol di Vieri, e poi è via via scivolata verso il baratro e la sospensione per eccesso di ribasso dopo la sconfitta degli azzurri e l’eliminazione dai Mondiali nippo-coreani. Il titolo è stato tra i peggiori di oggi.

I segnali positivi che sono arrivati da dati macroeconomici Usa, come l’inflazione e i nuovi cantieri edili di maggio non hanno scosso i mercati, sui quali permane la sfiducia.

Se n’è accorta anche Wall Street, partita a passo di gambero e appesantita da IBM (IBM – Nyse).

A risollevare la borsa Usa è arrivata comunque la nota positiva di Cibc sul settore dei semiconduttori.

Nonostante tutto, per i Tmt è stata una giornata altalenante.

L’annuncio della commessa da $135 milioni di Ericsson in Cina e la joint venture nel settore chip tra Infineon, l’israeliana Agere Systems e l’americana Motorola (MOT – Nyse) sono stati accolti con freddezza.

Il Mibtel è sceso a 20.982 punti (-0,03%)
Il Mib30 ha raggiunto quota 28.662 punti (+0,05%).
Il Midex ha ceduto lo 0,08% a 26.407 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.659 punti (-0,90%).

Bene solo i media, con Mediaset in evidenza.

I telefonici hanno chiuso contrastati. Dopo una partenza difficile, legata al downgrade di Standard & Poor’s sul colosso Usa WorldCom a B+ dal precedente BB, i titoli della filiera Pirelli hanno attraversato la linea di parità. In casa Tronchetti Provera si parla del prossimo collocamento del gioiellino Pirelli Real Estate.

In difficoltà anche Stmicroelectronics, nonostante l’annuncio di nuove importanti acquisizioni.

Tra i bancari in evidenza IntesaBci e Bipop Carire. Il titolo della banca bresciana ha guadagnato terreno a scapito di Banca di Roma.

Contrastato il risparmio gestito, con Mediolanum ancora in decisa flessione.

In evidenza anche, tra gli assicurativi, il titolo Generali, premiato dal “buy” di un’importante casa d’affari.

Sugli scudi anche Eni e le controllate Italgas e Snam Rete Gas.

In denaro anche Enel, dove ha tenuto banco l’ipotesi di scorporo e di quotazione della controllata Wind.

Chiusura in rosso per Bulgari e per Alitalia sul Midex.

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha lasciato sul terreno oltre mezzo punto percentuale.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Piazza Affari