PIAZZA AFFARI PIATTA, BRILLANO BANCARI E SNAM

21 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso piatta. La cavalcata dei titoli bancari nel Mib30, che aveva consentito al listino milanese di recuperare la parità intorno a mezzogiorno, non ha esteso i propri benefici al Midex e al Nuovo Mercato, come era avvenuto intorno alle alle 13:30.

Sul fronte macroeconomico oggi si è registrata l’importante dichiarazione del presidente della Banca Centrale Europea, Wim Duisemberg, che ha parlato di una lenta ripresa dell’economia.

Il Mibtel si è fermato a 22.646 punti (+0,04%).
Il Mib30 ha raggiunto quota 31.045 punti (+0,08%).
Il Midex ha ceduto lo 0,15% a 28.494 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.971 punti (-0,45%).

Dunque bancari sugli scudi, grazie a lusinghieri giudizi delle banche d’affari su titoli come IntesaBci.

Per contro, alla forza del comparto ha fatto da contraltare l’incertezza dei telefonici, rilanciati a metà giornata dai dati positivi di Kpn e depressi nel finale dalle cattive notizie provenienti dalla Finlandia: il principale fornitore di mascherine per cellulari di Nokia, Eimo, ha lanciato un allarme vendite, che ha affossato le quotazioni del colosso tlc e ha spaventato gli investitori, scettici sulla ripresa del comparto. Telecom Italia ha chiuso piatta, mentre Tim ha fatto un discreto passo avanti. Tra i titoli della filiera di Marco Tronchetti Provera si è segnalato il ribasso di Pirelli e di Pirelli risparmio.

Debole anche la chiusura di Stmicroelectronics: il principale titolo tech della Borsa milanese ha subito l’effetto negativo di Wall Street, subito positiva e poi in lento ribasso. Meglio di Stm ha fatto la controllante Finmeccanica, che si è assicurata, attraverso Augusta Westland, la fornitura di elicotteri alla marina giapponese. Un’operazione che dovrebbe portare nelle casse di Finmeccanica circa €500 milioni.

Tra gli energetici ha brillato Snam Rete Gas: poco prima della chiusura dei mercati è arrivato il parere dell’Authority dell’energia, che ha giudicato irregolari i tributi regionali sul trasporto del gas adottati dalla Regione Sicilia, perché contrastanti la concorrenza di mercato.

Secondo l’Authority “i tributi adottati e quelli annunciati contrastano con i principi e gli obiettivi di promozione della concorrenza nei servizi di pubblica utilità e non sono rispettosi della direttiva europea adottata in Italia, che prevede un mercato nazionale liberalizzato del gas e un accesso regolato alla rete, senza discriminazione per consumatori e imprese”. L’Autorità sta considerando “ogni opportuna azione, compreso l’invio di una segnalazione formale a governo e Parlamento e alla Commissione Europea per tutelare i consumatori”.

Piccolo passo avanti per Fiat, nonostante lo scetticismo delle banche d’affari sul piano di rilancio della società torinese.

Tra i media bene Hdp, che ha giovato dei cambiamenti avvenuti nel patto di sindacato.

Sul Nuovo Mercato, occhi puntati su Dmail, Engineering e Cdc, tra i migliori della Borsa. Tiscali ha chiuso in perdita a €8,3.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.