PIAZZA AFFARI: PERCHE’ TIRA IL RISPARMIO GESTITO

6 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta positiva per i titoli del risparmio gestito che stanno reagendo bene al dato, a un primo sguardo negativo, sulla raccolta netta nel mese di maggio.

Secondo i dati preliminari di Assogestioni, la raccolta presenta un passivo di 858 miliardi di lire (€443 milioni). Rispetto al mese precedente è vero che la raccolta è peggiorata ma scomponendo i dati spicca il calo dell’obbligazionario con un saldo negativo di 5.150 miliardi e il progresso dell’azionario a 1.185 miliardi.

“Sembra illogico che il comparto abbia aperto tonico – commenta a WallStreetItalia un trader di una Sim estera – ma è proprio il calo dell’obbligazionario e il rialzo delle quote verso i mercati azionari che sta dando ossigeno al settore. Questo vuol dire che gli utenti si stanno tenendo liquidi e che stanno rientrando sui mercati borsistici. E’ un primo segnale che sta tornando la fiducia in una ripresa dei corsi”.

Nel comparto c’è però chi sale e chi scende: Bipop Carire (+1,30% a €4,360) guadagna così come Mediolanum (+0,19% a €12,720), mentre Fideuram (-1,06% a €11,95) resta in dietro.

“I titoli a crescere di più sono anche quelli che sono stati più bastonati. Fideuram è sempre stata più solida rispetto alle altre due per una politica piu’ attenta alla fidelizzazione degli utenti” conlude l’operatore.