PIAZZA AFFARI: OLIVETTI E TELEFONICI SI RISCATTANO

14 Novembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Olivetti cresce del 2,16% a 3,55 euro spinta dalle voci di mercato che prepotentemente ripropongono l’imminente ingresso di un nuovo
socio in Bell, la finanziaria che detiene il 26% di Olivetti, ma che scendera’ al 17,9% dopo la fusione con Tecnost.

Molto consistenti gli scambi, per quasi 21 milioni di pezzi passati di mano finora.

Tecnost è in aumento dell’1,91% a 3,94 euro.

Bene impostate Telecom Italia (+2,36% a 13,43 euro) e Tim (+1,57% a 9,58 euro), in linea del resto con il rimbalzo che si sta verificando a livello europeo sui titoli telefonici.