PIAZZA AFFARI NEL SEGNO DEL TORO, DENARO SU TMT

17 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari decide finalmente di farsi trascinare dal Toro. E’ stato un mercoledì da leoni, questo, per la borsa milanese.

Le sedute consecutive di ribasso dei giorni inanellate nei giorni scorsi dai mercati fanno parte del passato.

Ancora una volta è stata Wall Street, con il suo entusiasmo e il suo ottimismo a dare il via libera, in mattinata, al rimbalzo.

La forte crescita dei future hanno fatto capire che questa giornata sarebbe stata contrassegnata dal segno più, e Piazza Affari non se l’è fatto ripetere due volte.

Il messaggio sembra chiaro: i mercati non possono che risalire.

Sul fonte valutario l’euro si è mantenuto al di sopra della parità con il dollaro, anche le se le conseguenze del sorpasso sono ancora tutte da interpretare, sia sul fronte economico che su quello finanziario.

Il Mibtel è salito a 18.964 punti (+1,95%).
Il Mib30 ha chiuso a 25.764 punti (+2,10%)
Il Midex ha chiuso a 23.777 punti (+1,64%)
Il Numtel ha chiuso a 1.402 punti (+3,32%).

L’inizio non è stato dei migliori. Gli investitori erano alla ricerca di buone occasioni d’acquisto, che sono state individuate nei titoli telefonici e in Stmicroelectronics, confortati dagli utili di Motorola (MOT – Nyse) e Intel (INTC – Nasdaq).

Il rialzo si è esteso alle società di controllo dei titoli, come Pirelli, Olivetti e Finmeccanica.

Bene anche Mediaset e Seat Pagine Gialle.

Media, tlc e tech sono stati i veri trascinatori del mercato, e con il passare del tempo i benefici si sono estesi a tutti i settori.

Molto bene, anche se a fine giornata c’è stata qualche presa di beneficio, il settore dei finanziari, cioè bancari e risparmio gestito.

Per lunghi tratti Stm e Mediolanum, premiate da consigli d’acquisto da una importanti banche d’affari e tra i migliori di oggi, si sono scambiate la prima piazza.

La banca guidata da Ennio Doris ha comunicato una trimestrale molto buona ed è stato anche sospeso per eccesso di rialzo.

Tra i bancari in luce Capitalia, che è risalita decisamente dai minimi dell’anno, Bnl e IntesaBci, bene anche San Paolo Imi, Mps e Unicredito.

Il mercato non dà nulla per scontato sul fronte del futuro assetto del comparto, viste le continue indiscrezioni che riguardano l’istituto senese, la banca romana e quella guidata da Alessandro Profumo, che non fa mistero di essere interessata a Bnl. Il giorno della verità sarà il prossimo venerdì 19 luglio, quando Bnl presenterà il piano finanziario.

In controtendenza gli energetici come Enel, Eni e le controllate del cane a sei zampe Snam Rete Gas. Sostanzialmente invariati Italgas e Saipem.

Vivace il Midex, con l’attenzione degli investitori che si è concentrata su Alitalia, Sai e Lottomatica, premiata dal mercato per la conclusione del capitolo aperto con Tyche.

Sul Nuovo Mercato sugli scudi E.Biscom, Acotel, Tiscali e Freedomland, interessata da voci di contro opa da parte di Profit a €12-€12,5 per azione.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana