PIAZZA AFFARI NEGATIVA, PESANTE RISP. GESTITO

7 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso in ribasso una seduta vissuta senza una marcia precisa e con la frizione inserita per la maggior parte del tempo. Milano si è infatti contraddistinta per la volatilità e per l’incertezza della direzione da prendere dopo il bel rally segnato ieri dai mercati mondiali.

Tra le sabbie mobili di questi tempi è infatti possibile che si ripeta il copione della scorsa settimana con gli indici che dopo dei decisi rally tornavano repentinamente verso il basso.

Alla fine così il mercato si è fermato molto lontano dalle quote dell’apertura, così come dai livelli di metà giornata.

Stessa incertezza nel vecchio continente, mentre negli Usa l’ avvio rialzista è rientrato per poi passare in rosso.

Oltre Atlantico il mercato guarda con attenzione alla prospettiva di un calo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve; una prospettiva che in Europa sembra incontrare qualche scetticismo in più.

Come ha osservato un operatore con Wall Street Italia, “sarebbe come chiudere la stalla dopo che i buoi sono fuggiti; abbiamo avuto una lunga serie di ribassi dei tassi americani, un ulteriore taglio potrebbe più impensierire che rallegrare perché testimonierebbe l’arrivo di una nuova recessione”.

In Europa, e così in Italia, hanno pesato il dato sulla disoccupazione e quello sugli ordinativi all’industria in Germania.

Il Mibtel si è fermato a 18.119 punti ( -0,9%).
Il Mib30 ha chiuso a 24.526 punti ( -1,12%).
Il Midex si è fermato a 22.995 punti ( +0,27%).
Il Numtel ha chiuso a 1.366 punti ( -1,30%).

La star della seduta italiana è stata sicuramente Pirelli. Il titolo si è infiammato nel pomeriggio senza una ragione precisa. Le ipotesi corrono ancora dietro rumor di un possibile accorciamento della catena di controllo della filiera di Tronchetti Provera, ma anche allo switch da Pirellina a Pirelli. “Potrebbero essere anche gli hedge fund che chiudono le posizioni” ha commentato una trader di una primaria sim milanese. Gli acquisti sono cresciuti anche dopo la notizia che Ronaldo anche per la prossima stagione vestirà la maglia dell’Inter di cui sponsor è la Pirelli che ha anche a contratto “il fenomeno” come testimonial.

In rosso invece il resto dei telefonici che appartengono alla filiera di Tronchetti Provera. Il settore sconta le incertezze a livello europeo per gli investimenti da affrontare per l’Umts. Riflettori puntati in particolare su Tim che ha siglato un accordo preliminare per l’acquisto di Blu.

Nell’universo Pirelli ha chiuso in ribasso anche Seat Pagine Gialle cosi’ come tutto il settore editoriale che anche oggi ha registrato le difficoltà di Mediaset.

In calo i bancari cosi’ come il risparmio gestito colpito da pesanti vendite sul finale. A rimetterci piu’ di tutti è stata Capitalia, ma anche Fineco, Fideuram e Bnl .

In rosso Fiat su cui c’è molta attenzione per i movimenti di capitale che la stanno interessando in questi giorni.

Stmicroelectronics in ribasso, dopo una mattinata condotta sempre con un buon passo.

Nel Midex, unico indice in positivo, è cresciuta Autogrill dopo la trimestrale diffusa ieri.

Sul Nuovo Mercato ha corso ePlanet, mentre Tiscali ha chiuso sopra €5,5 in calo.

Sulle quote della vigilia, invece, Finmatica .

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana