PIAZZA AFFARI: MONTEDISON, E’ RIPRESA LA GUERRA

17 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Montedison sale come un razzo sul Mib30 e in questo momento guadagna l’8,99% a €3,43.

Il titolo è di nuovo al centro degli scambi, molto intensi come riferiscono i trader delle sale operative, dopo la notizia dell’ingresso nel capitale della francese Edf, Electricite’ de France. Edf, che ha rilevato il 3,97% di Montedison, produce oltre il 90% dell’energia in Francia ed è controllata dallo stato transalpino.

Sebbene il vertice del gruppo francese abbia assicurato che la sua partecipazione si limita all’aspetto finanziario e non a quello industriale, il suo ingresso sta creando scompiglio per più di un motivo.

Da una parte si teme la creazione di un monopolio nel settore dell’energia; dall’altra le voci di un possibile accordo con il finanziere Roman Zaleski lasciano aperta la possibilità di una predominanza a scapito di Mediobanca.

“Questo spiegherebbe il forte rialzo del titolo – dice a WallStreetItalia un operatore di Bnp Paribas – di fatto, si è riaccesa la battaglia per il predominio interno a Montedison. Ed è una battaglia che si gioca a colpi di pacchetti consistenti che stanno passando di mano”.

A questo punto, aggiunge l’operatore, tra i possibili scenari ci sono l’opa (offerta pubblica di acquisto) lanciata da Zaleski, “ma la vedo poco praticabile, con l’Antitrust che certo insorgerebbe”; oppure un’uscita del finanziere che potrebbe monetizzare in modo molto importante la sua partecipazione. Ma la domanda ancora irrisolta è: a chi?”.