Piazza Affari migliora ma prevale cautela

26 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Migliora il panorama a Piazza Affari, nel pomeriggio, dopo una partenza tonica ed un successivo ripiegamento nel corso della mattinata sulla scia delle altre borse europee. I listini azionari del Vecchio Continente, aspettano indicazioni dalle statistiche sulle vendite di case nuove negli Usa. Intanto prima della partenza di Wall Street, è stato pubblicato il dato sull’indice sull’indice dell’attività economica della Federal Reserve di Chicago, di giugno che ha evidenziato un peggioramento dell’attività economica a giugno. Nel frattempo Wall Street ha avviato l’ottava in cauto rialzo. Sul mercato valutario, l’euro ritorna sopra quota 1,29 dollari. Debole il petrolio con le quotazioni che viaggiano a 78,8 dollari al barile. Tra gli indici milanesi, il FTSE IT All-Share si porta sopra la parità con un +0,21% mentre il FTSE MIB sale dello 0,27%. Timido incremento anche per Il FTSE Mid Cap con un +0,18% mentre è più decisa la salita del FTSE STAR +0,45%. Diviso tra denaro e lettera il principale paniere con prese di beneficio su Fiat che ha anche incassato un giudizio negativo da Credit Suisse. Sotto pressione Stm che si colloca alla guida dei ribassi. Flessioni più contenute per i petroliferi in linea con l’intero settore oil a livello europeo. Giù anche Telecom . Contrastati i bancari dopo l’esito positivo degli stress test. Continuano a festeggiare il Banco Popolare, Intesa Sanpaolo e Mps mentre si sgonfiano Unicredit e UBI Banca. Qualche spunto positivo per Lottomatica. Sul resto del listino rialzi per Mondo Tv e Prima Industrie mentre scivolano Meridiana e Poligrafici Editoriale.