PIAZZA AFFARI: META’ SEDUTA NEL SEGNO TMT

26 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari mantiene a metà seduta tutti gli indici in positivo, sulla scia della chiusura rialzista della vigilia a New York.

La giornata odierna vede la forte spinta impressa dai telefonici in tutta Europa (Vedi Tlc: France Telecom, corre il fatturato +33,3% e anche Utili: Alcatel perde €2,9 mld nel primo semestre), dove salgono i TMT, cioè tecnologici, media e telefonici.

Ottima giornata anche per gli energetici, all’indomani della decisione dei paesi produttori di petrolio aderenti all’Opec di ridurre del 4% la produzione di greggio. L’indice del settore energetico europeo è in crescita del 2,7%.

La dimostrazione sta nel rialzo di ENI (+1,12%) a €13,96. Banque Nationale di Paris ha assegnato un rating “Buy”, cioè comprare, con target sul prezzo a €17. Anche per Morgan Stanley il titolo è “Buy”, con target sul prezzo a €18,5.

Il mercato è ancora piuttosto volatile, secondo gli operatori, ma il rimbalzo potrebbe segnare l’inizio di un’inversione di tendenza, soprattutto in vista della fine della stagione delle trimestrali. “E’ il momento di comprare”, suggerisce ai lettori di Wall Street Italia Donato Colombo, operatore di Cortal Sim, gruppo BNP Paribas.

Tra i titoli che più di altri stanno animando il mercato c’è Olivetti, in crescita dell’1,88% a €2,28. Il mercato sta scommettendo sul fatto che sia in atto un rastrellamento sul titolo. (Vedi Piazza Affari punta su riassetto titolo).

In forte rialzo anche Telecom Italia (+1,52%% a €10,54) ma soprattutto TIM (+2,04% a €6,15) sull’onda della forza crescente dei telefonici in Europa.

Aem. Il titolo si è ripreso dopo la discesa alimentata dalle voci di una sua prossima uscita dal Mib30, in occasione della revisione del paniere che ci sarà a settembre. Ora cresce dello 0,72% a €2,09.

Hdp (+3,15% a €4,36) è sospinto dalla convinzione del mercato che sarà presto ceduto il settore della moda. In particolare, secondo la stampa italiana il fondo di investimento Opera, controllato da Bulgari, sarebbe interessato a rilevare Valentino. La Holding milanese o la casa di moda romana sono le principali candidate nell’eventuale cambio di paniere del Mib30 al posto di Aem.

Montedison è in ribasso dello 0,25% a €3,15. Oggi, giovedì, è partita l’offerta pubblica di acquisto da parte di Italenergia. L’operazione si concluderà il 21 agosto.

Italenergia e’ gia’ in possesso del 52,09% del capitale ordinario di Montedison.

Procedono di buon passo gli editoriali e i media. L’Espresso guadagna lo 0,18% a €4. Oggi si svolge il consiglio di amministrazione per l’esame del bilancio della semestrale (Vedi Piazza Affari: L’Espresso fa ben sperare).

In denaro anche Seat Pagine Gialle (+0,71% a €1,14), ma soprattutto Mediaset, che cresce dell’1,77% a €8,84. Secondo l’operatore di una Sim straniera Mediaset “è un titolo da comprare, con obiettivo a €12,50-€13 (Vedi Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi).

Il risparmio gestito è quasi tutto in rialzo: Fideuram prende il 2,01% a € 10,03 in attesa di conoscere i dati del primo semestre che saranno presentati domani alle 16:00; Mediolanum guadagna l’1,57% a €11,50.

Al contrario, scende Bipop Carire (-0,65% a €3,54), su cui si appuntano voci speculative (Vedi sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).

Sul Nuovo Mercato, ottima la performance di Tecnodiffusione (+3,77% a €22), che è stata anche sospesa per eccesso di rialzo. Il mercato premia l’aggiudicazione di un importante commessa da parte della pubblica amministrazione di cui una prima tranche e’ di circa 20 miliardi di lire.

(verifica quotazioni indici aggiornate IN TEMPO REALE in prima pagina)