PIAZZA AFFARI: META’ SEDUTA IN FLESSIONE

2 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari accusa un leggero storno a metà seduta, con gli indici in ribasso e solo il Nuovo Mercato in tenuta su valori positivi. Dall’America i segnali non sono entusiasmanti, con i future in ribasso (Verificare aggiornamento indici in tempo reale nella sezione FUTURES

che trovate sul menu in cima alla pagina); tuttavia dai primi movimenti che precedono l’apertura ufficiale delle contrattazioni i titoli della New Economy sembrano avere la meglio su quelli della Old Economy (Vedi Wall Street: i titoli attivi nel preborsa).

L’indice Mibtel segna un ribasso dello 0,22%, il Mib30 è a -0,26%, il Midex a -0,47%. Il Numtel cresce invece dello 0,47%.

Davide Allegri, trader di Banca Popolare di Vicenza, non è preoccupato da questo momento di flessione della borsa italiana: “prevedo anzi un ulteriore rallentamento nelle prossime tre o quattro sedute – dice a WallStreetItalia – che però è un preludio a un futuro rialzo nelle settimane a venire”.

Tra i titoli che si stanno muovendo di più c’è sicuramente Simint (+18,91% a €6,22 sulla scia dell’annuncio di un’offerta pubblica (Vedi Piazza Affari: Simint, attacco alla diligenza).

Buona l’attività sul Nuovo Mercato, dove si distinguono tra gli altri Bb Biotech (+2,27% a €867,75) e Tiscali (+1,72% a €15,93) che ha rotto la resistenza di €16 (Vedi Piazza Affari: Bb Biotech si distingue e Piazza Affari: Tiscali rompe resistenza a €16).

Le attese sul futuro di Mediaset (-0,18% a €13,09) stanno avendo effetto anche su Olivetti (+1,51% a €2,55), il titolo migliore del comparto telefonico. TIM è invece in ribasso (-0,78% a €7,68), vittima dell’effetto Vodafone sulla borsa di Londra (Vedi Piazza Affari: Mediaset giù dopo rating, Piazza Affari: Olivetti spinge al rialzo e Borse UE: un’apertura improntata al rialzo).

Tra i titoli che stanno guadagnando di più figura STMicroelectronics (+1,15% a €45,60), sulla scia del rialzo del Nasdaq alla vigilia. Sul valore della società italo-francese che produce semiconduttori si alternano comunque attese contrastanti (Vedi Piazza Affari: STM è in forte crescita e STM, un industriale del terzo millennio).

Un comparto che sta soffrendo è quello finanziario e del risparmio gestito in particolare, dove per il suo calo spicca Mediolanum, in rosso del 2,36% a €14,17 (Vedi Piazza Affari: prese di beneficio sui finanziari).