PIAZZA AFFARI: META’ SEDUTA CONTRASTATA

19 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si presenta all’appuntamento di metà seduta con due indici al rialzo e due al ribasso.

A differenza del resto d’Europa, dove si concentrano gli acquisti nel settore dei telefonici e dei tecnologici dopo i risultati di Oracle, colosso USA secondo al mondo nella produzione di software (Vedi Utili: Oracle batte le stime, male il fatturato), in Italia lo scenario è più contrastato. (Vedi Borse UE in crescita grazie a tlc e high tech)

Il Mibtel sale dello 0,41%, il Mib30 dello 0,70% a 37.010 punti.

Sul fronte opposto, è in ribasso il Midex, -1,28%, affossato dalle perdite di Acea (-1,34% a €9,61) e soprattutto di Alitalia che lascia il -4,76% a €1,34 (Vedi Piazza Affari: Alitalia zavorrata dal lock up) ma sostenuto da Beni Stabili (+1,05% a €0,53). Questo titolo, secondo l’analista tecnica di una Sim interpellata da Wall Street Italia “sta avendo una buona reazione, con buoni volumi; può avere un obiettivo a €0,56”.

Il titolo del giorno è comunque Bipop Carire (+4,20% a €4,66). Il mercato continua a scommettere su un interesse di Ras per la banca bresciana nonostante le smentite (Vedi Piazza Affari: Bipop, dove intende andare?).

In rialzo gli editoriali: Mediaset guadagna lo 0,67% a €10,03. UBS Warburg ha ridotto il
target-price del titolo da €13 a €11. E’ stato mantenuto, comunque, il consiglio di ”Hold”, cioè mantenere.

Crescono di più L’Espresso (+1% a €4,36) e Seat Pagine Gialle (+1,88% a €1,24) su cui da qualche seduta tornano gli acquisti (Vedi Piazza Affari: Seat si puntella: chi compra?)

I telefonici mostrano luci e ombre: le luci sono di Olivetti, in crescita dell’1,03% a €1,97, e di TIM (+2,42% a €6,14); le ombre sono di Telecom Italia, che perde lo 0,34% a €10,23 (Vedi Piazza Affari:tlc in ordine sparso, brilla TIM).

In rialzo STMicroelectronics (+1,21% a €38,45) che tuttavia almeno nel breve non ha orizzonti entusiasmanti (Vedi Piazza Affari: STM, il suo destino è giù, a €33,8).

Bene anche la controllante Finmeccanica (+1,61% a €1,07). L’analista tecnica di Centrosim Cristina Peccati preferisce questo titolo a STMicroelectronics: “mi pare che rispetto alla controllata abbia una maggiore forza relativa; inoltre è leggermente più indipendente rispetto all’andamento del Nasdaq”.

Tra gli altri titoli, risulta in calo Benetton (-1,35% a €17,30). Edizioni Holding, società del gruppo tessile, ha oggi smentito che vi sia “alcun interesse ad entrare in Montedison”. Nei giorni scorsi erano circolate indiscrezioni di stampa su un possibile coinvolgimento della famiglia Benetton a capo di una cordata di imprenditori italiani

Sul Nuovo Mercato ePlanet perde l’1,20% a €15,91. Ieri il titolo, tornato sul mercato dopo due giorni di sospensione, aveva lasciato sul terreno oltre il 15% nonostante la formalizzazione del piano di salvataggio della societa’ guidata da Luigi Orsi Carbone da parte della cordata formata da Gian Filippo Cuneo (Angel Ventures), da Holger van den Henvel, dalla Sirti e dal fondo Athena.

Tiscali è in crescita, con +1,64% a €10,65.