PIAZZA AFFARI: MEDIASET VA GIU’ A ROTTA DI COLLO

14 Dicembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Mediaset è la peggiore del Mib30 con un calo del 4,13% a 13,41 euro. Il titolo è ormai a un soffio dai minimi dell’anno: il livello più basso venne toccato a gennaio scorso, quando quotò 12,80 euro. Il massimo fu raggiunto l’8 marzo scorso a 26,25 euro.

Il sales trader di una primaria Sim spiega il forte ribasso con i rumors di mercato secondo i quali la raccolta pubblicitaria nel quarto trimestre dell’anno risulterà in rallentamento (oggi sono stati pubblicati i dati relativi al periodo gennaio-settembre).

“Quello che non riusciamo a capire – dice a WallStreetItalia l’operatore – è se le indiscrezioni si riferiscono a tutto il mercato o solo a Mediaset, su cui peraltro non ci sono dati grossi negativi”.

Sembra comunque che grossi committenti (“forse società telefoniche”, azzarda l’operatore) abbiano fatto slittare le loro campagne pubblicitarie dall’ultimo trimestre del 2000 al primo del 2001, con risvolti negativi sui conti delle aziende; “ma c’è anche l’altra campana – afferma il trader – che attribuisce la sofferenza di Mediaset alla situazione di Seat Pagine Gialle, altro titolo editoriale, che sta perdendo a rotta di collo”.