Piazza Affari maglia rosa in Europa

8 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Finale al rialzo per Piazza Affari, in un contesto europeo misto che la vede svettare sulle altre principali borse del vecchio continente. I mercati sono rimasti un po’ a guardare in una seduta caratterizzata da scarsi eventi rilevanti e da un andamento piatto della borsa americana nel pomeriggio. Da segnalare solo le novità sulla questione Grecia, con la Commissione europea che sarebbe pronta a formalizzare al più presto la proposta di creazione di un Fondo monetario europeo di sostegno per i paesi europei colpiti dalla crisi. Questo è quanto avrebbe detto il commissario Ue agli affari economici, Olli Rehn, alla vigilia della riunione della Commissione che domani discuterà anche di questo tema. Sul mercato valutario l’euro arretra nei confronti del biglietto verde tornando vicino agli 1,36 mentre passando al petrolio le quotazioni del Wti frenano a 81,25 dollari al barile. L’indice FTSE IT All-Share archivia la seduta con un rialzo dello 0,51% a 22.884 punti mentre il FTSE MIB mostra un progresso dello 0,54% a quota 22.398. Bene anche il FTSE IT Mid Cap con un vantaggio dello 0,35% ed il FTSE IT Star con un incremento dello 0,33%. In bella mostra Saipem seguita da Parmalat, con quest’ultima spinta da alcuni rumors circolati nel fine settimana, secondo i quali alcuni fondi sarebbero pronti a convocare un’assemblea straordinaria per cambiare le regole dello statuto, con l’obiettivo di ridurre il numero dei consiglieri indipendenti e alzare sopra il 50% il tetto dei dividendi da distribuire. Richiesta Italcementi, dopo aver comunicato i conti 2009 venerdì scorso. Il cda del gruppo, inoltre, ha deliberato l’istituzione di un Programma di emissione internazionale di prestiti obbligazionari non convertibili rivolto a investitori qualificati italiani ed esteri per un importo massimo di 2 miliardi di euro. Veloce la Fiat. Sabato scorso, il Lingotto su richiesta della Consob e dopo le notizie pubblicate sulla stampa degli ultimi giorni sulle ipotesi di spin off del settore auto, ha comunicato che il 21 aprile 2010 presenterà il proprio Piano Strategico per il periodo 2010-2014 ed in quella occasione, il Gruppo renderà pubbliche le direttrici lungo le quali si muoverà lo sviluppo strategico ed il posizionamento di ciascuno dei suoi business e del Gruppo. Male anche Atlantia ed Ansaldo Sts. Sul completo brilla Risanamento. Venerdì sera il gruppo ha annunciato di aver sottoscritto un accordo di confidenzialità in seguito alle manifestazioni di interesse per l’area ex-Falck. Inoltre la società, in seguito all’ Accordo di Ristrutturazione sottoscritto con i principali creditori finanziari del Gruppo ha reso noto di aver ridotto il debito di 428 milioni. Galvanizzate dai conti Banca Generali e MARR. Inarrestabile il rialzo di Cell Therapeutics. A far scattare gli acquisti sul titolo la notizia annunciata dalla stessa Cell Therapeutics, che, stamane, ha reso noto come la Food and Drug Administration (“FDA”) ha dato il via libera a NerPharMa (società farmaceutica di proprietà di Nerviano Medical Sciences Srl, Nerviano, Italia) per la produzione del farmaco pixantrone.