PIAZZA AFFARI: LE TLC NON REGGONO L’ONDA D’URTO

3 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Seduta pesante per due dei tre titoli telefonici della scuderia di Roberto Colaninno. L’unico che riesce a tenere le quote della vigilia e’ Telecom Italia scambiato a 11,720 euro (+0,01%). In rosso, dietro alla scia di sangue lasciata dal crollo del Nasdaq di ieri, troviamo Tim (-2,21% a 8,33 euro) e Olivetti (-3,28% a 2,385 euro).

La holding di Ivrea, che da ieri incorpora Tecnost anche sul listino, alla vigilia è finita sotto il prezzo fissato per il prossimo aumento di capitale, previsto in febbraio.

La situazione delle Tlc sul fronte europeo e’ simile a quella italiana: Vodafone -2,59%, British Telecom -0,35%, France Telecom -0,65%, mentre a Francoforte, Deutsche Telekom guadagna l’1,62%.