PIAZZA AFFARI: LAZIO, PARTITA DA €25 MILIONI

21 Agosto 2001, di Redazione Wall Street Italia

La Lazio rischia un buco tra i €15 e i €25 milioni. Stasera alle 21 la squadra di Sergio Cragnotti affronterà il Copenhagen per il ritorno dei preliminari di Champions League.

All’andata gli scandinavi si sono imposti per 2-1, quindi per passare il turno ed accedere alla prima fase della competizione europea i biancazzurri devono assolutamente vincere.

In caso di pareggio o sconfitta, i mancati introiti legati all’esclusione dalla competizione ammonterebbero a circa €25 milioni tra incassi e diritti televisivi.

La prima fase del torneo prevede infatti un girone eliminatorio a gironi da 4 squadre, cioè sei partite (tre in casa e tre in trasferta) garantite, con la possibilità di incassare anche i premi partita (circa €500.000 a punto).

Lo scorso anno la Lazio venne eliminata dopo la prima fase, ma questo consentì incassi complessivi intorno ai €25 milioni.

Soldi che fanno comodo soprattutto se il Parma, l’altra squadra italiana impegnata nei preliminari di Champions League, dovesse uscire subito dal torneo (ipotesi abbastanza probabile dopo la sconfitta interna per 2 a 0 subita dalla squadra emiliana nella partita d’andata).

Fabio Cannavaro, giocatore corteggiatissimo da Cragnotti (e anche dall’allenatore della Roma, Fabio Capello) potrebbe decidere, infatti, di abbandonare il Parma (che ne ricaverebbe tra i 60 e gli ottanta miliardi di lire) per giocarsi le chanches europee in un proscenio più adatto, anche in vista dei Campionati del mondo di calcio che si giocheranno quest’estate in Giappone e Corea.