Piazza Affari in rosso, Fiat tiene banco

21 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Pollice verso per Piazza Affari, che termina la seduta in rosso in linea con le altre borse del Vecchio Continente. Non ha aiutato l’inversione di rotta di Wall Street che sembrava inizialmente impostata per una sessione all’insegna del buon umore in scia alle molte trimestrali positive giunte tra ieri sera ed oggi. L’indice Ftse All-Share porta a casa una perdita dello 0,88% a 23.586 punti, il Ftse Mib dello 0,97% a 23.045, mentre il Ftse Star limita la discesa allo 0,19% fermandosi a quota 11.726. Dal fronte valutario l’euro continua a soffrire nei confronti del dollaro con il cross che lascia e prende quota 1,34. Al momento la divisa di eurolandia scambia nei confronti del biglietto verde a 1,3383. L’incremento delle scorte di petrolio in Usa ha invece dato un calcio al ribasso alle quotazioni del brent, con il barile che vale ora 83,23 dollari. Tra le pincipali blue-chips milanesi occhi puntati praticamente solo su Fiat , che oggi ha annunciato i conti e illustrato il Piano Industriale 2010-2014. A smuovere il titolo, oggi vittima di qualche profit taking dopo il balzo della vigilia, è stato tuttavia solo l’annuncio (atteso) dello spin-off del settore auto, giunto solo verso la fine della lunga Conference indetta dal Gruppo. La società riesce s trappare sul finale un +1,23%, mentre la controllante Exor termina con una lieve limatura. Denaro su Buzzi e Luxottica grazie a positivi giudizi degli analisti. STM fa bene come l’Europa grazie ai conti di Apple. Offerto il comparto finanziario dopo l’exploit della vigilia sull’onda dell’entusiasmo per i conti di Goldman Sachs.