PIAZZA AFFARI IN GRAN SPOLVERO A META’ SEDUTA

5 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari è tutta verde a metà seduta, dove verde è il colore con il quale sui monitor si segnala che un titolo è in rialzo.

Tutti gli indici sono in positivo: il Mibtel è a +1,41%, il Mib30 a +1,54%, il Midex a +1,34%, il Numtel a +2,53%. Seguono il sentiment del giorno che ispira la crescita su tutti i mercati europei. (Vedi Borse UE toniche a metà seduta)

Una certa influenza su questo andamento positivo l’ha avuta la notizia che Dell (DELL), gigante americano dei personal computer, rispetterà gli obiettivi fissati per il primo trimestre dell’anno e per l’intero 2001. “Diciamo pure che la cosa ha aiutato i mercati dal punto di vista psicologico – osserva con WallStreetItalia Donatella Principe, analista di Banca Popolare di Vicenza – ma non penso che un unico titolo possa spostare così tanto gli scambi, quando, dall’altra parte, abbiamo una Lucent (LU) sulla quale circolano, sia pure smentite, voci di fallimento”.

Nonostante il clima quasi euforico, tuttavia, l’analista consiglia di non eccitarsi troppo, al pari di un operatore di una Sim milanese (Vedi Piazza Affari: cosa aspettarsi oggi(™)): entrambi sostengono che non siamo a un punto di svolta del mercato: “i volumi sono troppo bassi”, affermano sia l’una che l’altro, i quali sottolineano il rischio per gli investitori, soprattutto quelli che fanno trading, di rimanere con il cerino acceso in mano. “Ora è importante vedere cosa farà Wall Street e il Nasdaq in particolare: la sua debolezza, o la sua forza, la fanno i semiconduttori. Quello – dice Principe – è un settore che dà l’idea dell’accelerazione del ciclo”.

Tra i titoli che più stanno animando il mercato ci sono i telefonici che comunque stanno rimbalzando in tutta Europa. A Milano la scuderia Colaninno prosegue sulla via del rialzo impostata dopo la revisione dei parametri per la conversione di Telecom risparmio (+2,38% a €6,62) in ordinarie (+1,47% a €11,98). Bene Olivetti (+2,48% a €2,31) e TIM (+1,96% a €7,53).
(Vedi Piazza Affari: tlc italiane ed europee in rialzo)

In forte crescita gli editoriali, con Seat Pagine Gialle (+2,63% a €1,28) sugli scudi per via delle voci che la vogliono interessata alla britannica Yell. “Ma non vedo come Seat potrebbe acquistare – dice Principe – viste le quotazioni troppo basse che sconsigliano un accordo carta-contro-carta; il gruppo dovrebbe pagare cash, ma mi sembra molto difficile”. In crescita anche Espresso (+1,96% a €5,97) e Mediaset (+1,96% a €10,30).
(Vedi Editoria: Seat ha puntato gli occhi su Yell)

Tra i titoli industriali STMicroelectronics è in recupero (+0,54% a €36,95) dopo aver perso quota nel corso della mattinata su prese di beneficio.
(Vedi Piazza Affari: STM debole su prese profitto)

Contro ogni aspettativa sta crescendo anche il risparmio gestito. “Credo che alla base di questo inspiegabile rialzo ci siano delle ricoperture tecniche – riflette l’analista di Popolare Vicenza – l’aria è negativa, gli ultimi dati sulla raccolta sono stati negativi anch’essi, in peggioramento rispetto alle precedenti rilevazioni”. Nel settore, la migliore di tutti è Mediolanum (+3,24% a €11,42). Sempre nel settore dei finanziari, attenzione su Generali (+2,33% a €35,95), al centro di voci secondo le quali è interessata alla tedesca Comdirect bank, filiale di banking online del gruppo Commerzbank che controlla il 58% della società.
(Vedi Piazza Affari: a sorpresa non cede il risp gestito).

Cresce ancora Montedison (+1,88% a €2,76) dopo la conferma da parte di Giampiero Pesenti che è in atto un rastrellamento. Ma Donatella Principe mette sull’avviso: “è cresciuta troppo, ormai è slegata dai fondamentali, si tratta ora di una pure azione finanziaria e bisogna stare attenti a non rimanere scottati”.

Sul Nuovo Mercato crescono Tiscali (+2,21% a €14,40) che starebbe trattando per l’acquisto dell’Isp tedesco Planet Interkom, e Freedomland (+8,81% a €31,85) per la quale sembra conclusa la vicenda della cessione della quota appartenente al fondatore ed ex numero uno della società, Virgilio Digiovanni.
(Vedi Freedomland: Digiovanni vende il 29,5% e Freedomland: cordata a 4 per il 27,35%)