Piazza Affari in controtrend zavorrata da banche

27 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La borsa milanese ignora i segni più di Wall Street e delle cugine europee e si avvia a chiudere la giornata in rosso, zavorrata da calo di alcune banche e di STM. L’indice Ftse All-Share sta infatti limando lo 0,18%, mentre il Ftse Mib arretra dello 0,31%, a dispetto degli altri principali listini che traggono giovamento dal buon avvio di Wall Street dopo la revisione del PIL migliore delle attese e il discorso di Ben Bernanke. Il numero uno della Fed ha finalmente affermato che la ripresa è più lenta del previsto, rassicurando tuttavia che il Fomc è pronto ad intervenire in caso di un peggioramento dell’outlook e che vi sono ancora i presupposti per un picco della crescita nel 2011. Sul paniere principale continuano copiose le vendite su la Pop. Milano, Intesa Sanpaolo e Unicredit. In controtrend MPS che vola dopo conti migliori delle attese. Sempre più depressa STM in linea con il settore tech europeo dopo che Intel ha tagliato le stime sulle vendite. Tra i migliori Telecom Italia e Impregilo, quest’ultima dopo la diffusione della semestrale.