PIAZZA AFFARI: IL MIB30 TORNA SOPRA I 23.000 PUNTI

3 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso con gli indici in rallentamento, ma pur sempre in territorio positivo. Un vero peccato perché la seduta dopo un timido avvio aveva imboccato l’ autostrada del recupero sulle orme dei marine americani che sono giunti all’aeroporto di Baghdad. Sul finale è arrivata però la frenata sulla scia del rallenamento e passaggio in rosso degli indici Usa dopo una buona partenza.

I mercati oggi hanno ripreso a scommettere su una rapida conclusione della guerra e pensano al dopo, mentre si ridimensiona il prezzo del petrolio e il dollaro tenta il recupero sulla divisa europea. Oggi il Cancelliere tedesco, Gerhard Schroeder, ha detto che nel dopoguerra il petrolio e le altre risorse naturali del territorio iracheno dovranno restare di proprietà e sotto il controllo del popolo iracheno stesso.

I titoli energetici hanno comunque chiuso in rialzo, con Eni che si è apprezzata di oltre due punti percentuali.

Un altro contributo importante è arrivato Telecom Italia altro titolo a forte capitalizzazione, che si porta appresso gli altri telefonici. In ribasso invece Tim e Olivetti.

Il dato sulle immatricolazioni di nuove auto ha fatto bene a Fiat che ha testato la resistenza a quota €6.

Per gran parte della giornata, il top gainer del Mib30 è stato Bnl sulla scia delle indiscrezioni sul suo futuro, che molti vedono in compagnia. Le ipotesi di fusione con Mps e Capitalia hanno pesato soprattutto su questi ultimi due che hanno, infatti, chiuso in rosso.

In denaro il comparto bancario, insieme al risparmio gestito e agli assicurativi che oggi hanno trainato anche gli altri listini europei.

Buono il comparto editoriale e in particolare Mediaset che ha certo sofferto l’ipotesi che il canale Rete4 possa davvero essere trasferito sul satellite. Il mercato crede che alla fine, in Parlamento, la situazione verrà riaggiustata dopo il blitz della minoranza di ieri sulla legge Gasparri.

Sul Midex, forte rimbalzo per Fondiaria-Sai sulla scia del piano per il 2003-2006 presentato oggi alla comunità finanziaria.

Sempre sul Midex, l’ottimismo degli investitori che scommettono sul lusso si è spento nel pomeriggio: con Tod’s che ha chiuso sui livelli della vigilia.

In gran spolvero sino al termine, invece, Autogril. In leggero rialzo Alitalia che sta definendo un nuovo piano per ridurre i costi.

Sul Nuovo Mercato Tiscali ha siglato un accordo con Esprinet, ma ha nuovamente rimbalzato contro lo scoglio dei €4.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana