PIAZZA AFFARI: IL MERCATO PROVA A RECUPERARE

5 Agosto 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari a metà giornata è ancora in forte perdita: più ampia rispetto all’apertura, ma più contenuta rispetto a metà mattinata.

Il mercato prova a recuperare qualche punto, ma in generale non sembra crederci più di tanto. Troppo forte è stata la delusione per i dati sull’economia Usa la scorsa settimana.

Sulle labbra di qualcuno si affaccia, nelle sale operative, la parola recessione. In quest’ottica anzi si rafforza l’ipotesi di una imminente manovra della Federal Reserve per evitare una ricaduta in recessione.

Sui mercati di tutta Europa e quindi anche a Piazza Affari, le perdite si concentrano sui tecnologici e sui titoli finanziari.

Sono davvero una manciata i titoli in crescita sul Mib30.

Tra questi, Fiat, che gode dei segnali positivi giunti in questi giorni.

In qualche modo aiuta anche il fatto che a luglio le immatricolazioni di nuove auto siano scese meno di quanto abbiano fatto a giugno, grazie agli eco-incentivi.

Tra i bancari, solo Unicredito è leggermente positiva: il resto del comparto, e del risparmio gestito è in profondo rosso, e la testimonianza più efficace sta nei quasi sei punti percentuali che Mediolanum sta lasciando sul tappeto.

Sul Midex perde quota anche Popolare Lodi reduce da un accordo con Lehman Brothers sul settore immobiliare.

Sempre sul Midex ripiega Tod’s, che invece aveva iniziato la giornata molto bene alla luce della notizia che riguarda la Fiorentina.

La giornata è pesante per tutti i comparti. I media non trovano riparo e sia Mediaset sul Mib30 che Espresso sul Midex lasciano tra i quattro e i cinque punti percentuali.

Male i telefonici, e in generale tutto l’universo di Marco Tronchetti Provera al cui interno Seat Pagine Gialle viene seguita con attenzione per storie di insider trading e aggiotaggio sulle quali sta indagando la magistratura.

Il comparto tech mostra la corda, ma bisogna dire che Stmicroelectronics nel corso della mattinata è riuscito a sollevarsi dai minimi ai quali era arrivata.

In negativo anche la controllante Finmeccanica, che ha appena acquistato da Telecom Italia per €240 milioni Telespazio, e dalla britannica Marconi la sua controllata Marconi Mobile per €614 milioni dei quali €43 milioni costituiti da debiti finanziari.

Sul Nuovo Mercato perde quota anche Tiscali.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Borsa Italiana