PIAZZA AFFARI: IL DENARO E’ TORNATO IN BORSA

8 Giugno 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si rafforza a metà seduta ma resta un passo indietro rispetto alle principali piazze europee, che appaiono più toniche (Vedi anche Borse UE al galoppo con Tlc e High-Tech).

Il Mibtel segna un rialzo dell’1,12%, il Mib30 dell’1,31%, il Midex dello 0,51%. In rosso solo il Numtel, che cede lo 0,17%.

Il mercato è sostenuto dal denaro che corre sui titoli tecnologici e sui telefonici, oltre che dai segnali positivi che provengono da oltre Atlantico, dove i future sui principali indici sono positivi. I volumi restano comunque bassi: “chi vende sembra che lo faccia per forzare i prezzi”, dice a WallStreetItalia Daniele Tolusso, operatore equity sales di Uniprof.

La grossa spinta, che ha cominciato ad avere i suoi riflessi fin dalla notte italiana, quando i mercati asiatici erano ancora aperti, è venuta dalla notizia che il colosso americano dei chip, Intel, non ha presentato stime negative per le vendite future (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Utili: Intel conferma stime secondo trimestre)

In Italia il grande balzo l’ha fatto STMicroelectronics (+4,47% a €46,30), particolarmente sensibile ai movimenti dei titoli tecnologici. Per il titolo gli analisti interpellati da WallStreetItalia prevedono un orizzonte ancora molto ampio (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Piazza Affari: STM verso quota €47, e poi?).

In crescita anche Finmeccanica (+2,94% a €1,18), che è azionista di riferimento di STMicroelectronics.

E’ tornato il denaro su Telecom Italia, che guadagna l’1,49% a €10,92.

Il titolo è spinto al rialzo non solo dal buon momento che stanno attraversando in tutta Europa i tecnologici e i telefonici, ma anche dalle indiscrezioni a proposito di grandi manovre in corso al vertice, che potrebbero aprire la strada all’ingresso di un nuovo parner, finanziario o industriale (Vedi sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).

Secondo Daniele Tolusso “c’è effettivamente un gran movimento sul titolo; del resto capirei se davvero Colaninno andasse a cercare aiuto. La sensazione è che si sia scatenato un attacco in grande stile contro il gruppo delle telecomunicazioni da parte di mani forti che probabilmente vogliono rientrare nel business a prezzi da saldo. Per Colaninno potrebbe essere effettivamente una corsa contro il tempo”.

Sempre tra i telefonici, Olivetti è in rialzo dell’1,79% a €2,15; TIM dell’1,88% a €6,78.

L’ondata che sta portando su il mercato interessa non solo i tecnologici e i telefonici, ma anche il comparto dei media. Lo sa bene quest’oggi Espresso, che mette a segno +2,90% a €5,14, e se ne accorge anche Mediaset, in crescita del 2,02% a €11,31. In rialzo Seat Pagine Gialle (+1,04% a €1,16) all’indomani della notizia della revisione dei termini della trattativa con la svedese Telia per l’acquisizione della controllata Eniro.

Gli scambi stanno interessando Montedison, in crescita dello 0,78% a €2,83. C’è grande attenzione sul mercato per verificare l’effettiva portata dei rumor secondo i quali il congelamento al 2% della quota detenuta dalla francese Edf in Montedison, operato dal governo italiano, potrebbe essere aggirato dai francesi attraverso operazioni su Edison (Vedi sezione RUMORS

che si trova sul menu in cima alla pagina).

In grande spolvero, oggi, Bipop Carire. Il titolo sta guadagnando il 3,18% a €4,64. Daniele Tolusso conferma l’esistenza di voci che scommettono su un rinnovato interesse per il gruppo da parte del colosso francese Axa.

Bene ENI (+0,64% a €7,73): oggi l’amministratore delegato Vittorio Mincato ha detto che potrebbe andare sul mercato “una quota compresa fra il 30 e il 40% di Rete Gas Italia .

Sul Mib30 si mette in luce anche Pirelli (+2,24% a €3,60): secondo l’agenzia Dow Jones il gruppo italiano non ha spazio per trattare con l’americana Lucent sulla divisione fibre ottiche, perché Lucent vorrebbe in cambio $4 miliardi. Per Banca Intesa il titolo è “Buy”, cioè da comprare, con target price a €4,5.

Sul Nuovo Mercato, Vitaminic è sospesa in attesa di comunicazioni. Il titolo è al centro di indiscrezioni su imminenti accordi internazionali (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Piazza Affari: Vitaminic, le voci si rincorrono).

In leggero rialzo I.Net, che si apprezza dello 0,09% a €164 (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Intervista: I.Net alla conquista dell’Europa).