PIAZZA AFFARI: I TITOLI CHIAVE DEL 12 SETTEMBRE

12 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

La seduta è stata caratterizzata da una forte volatilità legata all’emotività dopo i fatti degli USA.

Gli indici italiani hanno corso sulle montagne russe passando da forti ribassi ad altrettanti rialzi. Alla fine il Mibtel ha registrato un guadagno dello 0,70%, il Mib30 ha chiuso a 0,86%, il Midex a -0,01%. Il Nuovo Mercato è stato più deciso prendendo quasi diritta la via dei guadagni e fermandosi a 1,38%.

Sotto il profilo settoriale la giornata di Piazza Affari ha ricalcato quella degli altri comparti europei con acquisti che alla fine hanno premiato i bancari, ma non il risparmio gestito, tecnologici e telefonici. In rosso invece energetici, media e assicurativi.

Scuderia Pirelli:

Tutta la galassi di Marco Tronchetti Provera si è fermata in rialzo con Olivetti (+4,77% a €1,121) in deciso recupero e con volumi molto alti.

Risparmio gestito:

Il comparto per una ragione o per un’altra resta sotto pressione. Questa volta i peggiori sono Mediolanum (-4,34% a €8,600) e Fideuram (-7,72% a €7,21). Più lontano ma comunque in calo Bipop Carire (-0,46% a €2,4).

Utilities:

In crescita Italgas (+6,98% a €10,93) che ha dominato la scena sul Mib30, ma anche AEM (+2,80% a €1,98) e Acea (+1,93% a €6,85).

Energetici:

In deciso calo il titolo ENI (-6,37% a €13,36) che era stato tra i pochi a non farsi male nella seduta della vigilia. (Vedi ATTENTATO USA: CALA IL PREZZO DEL PETROLIO)

In calo anche Saipem (-2,5% a €6,39), mentre è cresciuta l’ENEL (+5,19% a €6,75).

Lusso:

I timori di una recessione si sono fatti sentire su Bulgari (-9,93% a €9,65). Il titolo della maison romana è stato il peggiore del Mib30.

Tecnologici:

In rialzo STMicroelectronics (+3,14% a €27,94) cosi’ come molti titoli del Nuovo Mercato tra cui Tiscali (+1,6% a €5,7).

Al contrario Bb Biotech non è mai entrato in contrattazione (Vedi NUOVO MERCATO: BB BIOTECH SOSPESO PER LA GIORNATA).

Assicurativi:

Il comparto è considerato tra i piu’ esposti alle possibili conseguenze dell’attacco terroristico agli USA. Ne ha fatto le spese più di altri Generali (-1,8% a €29,010), mentre Ras (+0,92% a €12,15) ha recuperato tutte le perdite della giornata chiudendo in positivo. (Vedi ATTENTATI USA: ASSICURATIVI RISCHIANO GROSSO).


SULL’ATTACCO AGLI USA VEDI ANCHE:


ATTACCO AGLI STATI UNITI