PIAZZA AFFARI GUARDA PIU’ L’ITALIA CHE GLI SCAMBI

3 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si muove poco a metà giornata. Ciò accade un po’ perche rimane sulla scia delle altre borse europee che, orfane della piazza londinese, chiusa per festività, restano attorno alla parità; e un po’ perché è iniziata la partita Italia-Ecuador nell’ambito dei mondiali di calcio del Giappone.

Il Mibtel e il Mib30 riescono a rimanere in territorio positivo, con il Mib30 comunque al di sotto dei 31.000 punti, mentre il Midex è ritornato sotto dopo un tentativo di recupero a metà mattinata, e il Numtel continua a perdere oltre un punto percentuale.

Tra i titoli che stanno guadagnando di più ci sono Fiat, Bipop Carire, Eni, Enel, Mediaset. Le banche offrono in via generale un sostegno al listino, sebbene abbiano un andamento contrastato.

In ribasso tecnologici e Stmicroelectronics. Il titolo resta al di sotto dei €30 e non riesce a trarre beneficio dal recupero di Siemens.

Il mercato attende comunicazioni da Intel, che giovedì prossimo aggiornerà i dati sul secondo trimestre 2002. Non è esclusa una revisione al ribasso delle stime sulle vendite, e in questa situazione gli investitori mantengono tutta la loro cautela.

Tranne il risparmio gestito, in ribasso con l’eccezione di Bipop Carire che cresce di pari passo alla promessa sposa Banca di Roma, il settore bancario è in denaro.

Buone le prestazioni di Unicredito, San Paolo Imi e soprattutto di IntesaBci.

Scendono Mps e Bnl, dalla quale il mercato aspetta una presa di posizione sulla questione Fiat.

Il titolo Fiat è in gran spolvero. Gli investitori evidentemente apprezzano la prospettiva della cessione di una parte della quota detenuta dal Lingotto in Italenergia.

Il comparto dell’auto peraltro è in crescita un po’ in tutta Europa.

In crescita Eni. Il gruppo ha chiuso l’operazione con la francese TotalFina per la cessione della quota del 45% del giacimento di Al Khalij, situato nell’offshore del Qatar. Bene anche le controllate, con l’eccezione di Snam Rete Gas, e Enel.

Per quanto riguarda quest’ultimo titolo il mercato tiene d’occhio le mosse future di France Telecom che secondo il Financial Times potrebbe decidere di non cedere più la sua quota in Wind, controllata di Enel. Ft ha però smentito.

I telefonici sono deboli, qualche segnale di tenuta viene solo da Tim e Telecom Italia.

Nell’universo di Marco Tronchetti Provera perde invece quota Seat Pagine Gialle, nell’ambito di una tensione generalizzata sui titoli legati a Internet.

Non a caso sul Nuovo Mercato è in ribasso anche Tiscali, su cui peraltro si moltiplicano le voci di un interessamento da parte di Microsoft.

Se le voci fossero confermate, ciò sarebbe la dimostrazione della volontà di penetrazione in Europa da parte dei big americani.

Giusto oggi è atteso un accordo tra Ibm e il governo tedesco. Il campo di battaglia dei giganti dell’informatica potrebbe dunque essere il vecchio continente.

Sul Midex brillano Italcementi, Aem, Rinascente. Quest’ultimo titolo beneficia del fatto che l’Antitrust ha dato il via
libera all’ingresso di Rinascente in Intermedia 90, la più importante centrale d’acquisti italiana in partnership con Pam, Lombardini, Bennet e Sun.

In ribasso invece Fondiaria. Sul Financial Times si legge che Standard and Poor’s è scettica sul matrimonio con Sai.

Sul Nuovo Mercato segna un rialzo Mondo TV grazie alla sigla con la Fifa di un contratto per l’acquisizione da parte del gruppo romano di tutti i diritti della serie dei cartoni animati su The Spheriks, le tre mascotte ufficiali dei mondiali di calcio in Corea e Giappone. La Fifa è la federazione internazionale di calcio.

A Mondo Tv andranno €10.000 più le royalties sulle vendite e i diritti della versione cinematografica.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.