Società

PIAZZA AFFARI: FREEDOMLAND, CAUSA IN ARRIVO

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

La telenovela su Freedomland si arricchisce di nuovi scenari.

Per tutelare l’interesse dei piccoli azionisti il Siti (Sindacato italiano per la tutela dell’investimento e del risparmio) ha presentato al Tribunale di Milano gli atti relativi alla causa civile per la richiesta di risarcimento dei danni subiti dagli azionisti

L’azione – si legge in un comunicato diffuso oggi dal Siti – è stata intrapresa contro tutte le controparti “nei confronti delle quali sembrano emergere profili di responsabilità nella vicenda” tra cui i membri di tutti i Consigli d’amministrazione di Freedomland, il collegio sindacale, la società di revisione, Banca Leonardo e Consob, ma non contro Freedomland in proprio.

Il titolo venne messo sul mercato nell’aprile del 2000 a €105, a metà della forchetta individuata dagli advisor tra €90 e €120. Il titolo ha poi perso quasi il 90% e oggi viene scambiato a €13,25 in rialzo del 3,64%.

Siti ha detto di voler presentare un esposto alla Procura della Repubblica di Milano nei confronti delle persone menzionale nella causa per falso in bilancio, abusivismo finanziario e false comunicazioni alla Consob.

Il sindacato ha anche detto di aver avviato contatti con l’obiettivo di individuare controparti interessate all’acquisizione del pacchetto di controllo di Freedomland.