Piazza Affari: focus su Saipem e Seat. Attenti ancora alle banche

1 Settembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

PIAZZA AFFARI

Attenzione rivolta oggi a Saipem dopo che la compagnia petrolifera statale indonesiana Pertamina ha selezionato cinque società, tra cui la giapponese Toyo Engineering, Sinopec e l’azienda italiana per la costruzione di un impianto di raffineria da USD1,0 mld aGiava.

Occhi puntati anche su Seat P.G., che ha ripiegato dai massimi intraday di ieri dopo aver affermato di non sapere nulla di un eventuale interesse da parte del gruppo francese PagesJaunes, smentendo indiscrezioni di stampa.

Da monitorare infine le banche italiane dopo che ieri Goldman Sachs ha rivisto giudizi e target price dei principali istituti del Paese dopo la pubblicazione dei risultati del secondo trimestre dell’anno.

Per la banca d’affari statunitense, a fronte di un trend incoraggiante c’è una debole profittabilità, ben al disotto dei livelli pre-crisi, perché danneggiata da margini depressi e unelevato costo del credito. La banca d’affari ha rivisto al ribasso dell’1% le sue stime sull’Eps del settore sia per il 2011 sia per il 2012, conseguenza di una valutazione più conservatrice sul trend dei ricavi.

Fiat (EUR9,245): attesi alle 18:00 i dati sulle immatricolazioni di agosto.

Fondiaria-Sai (EUR7,49): da stampa, starebbe trattando la vendita della controllata elvetica di private banking Gesfid alla banca svizzeraPkb Privatbank.

Omnia Network (sospesa): il Cda ha approvato il piano di ristrutturazione, modificato, allo scopo di recepire le integrazioni suggerite dalle banche creditrici. L’assemblea ha inoltre approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2009 nei termini proposti dal Cda lo scorso 16 agosto e nominato il nuovo Cda.

IN EUROPA

Tra i singoli titoli, in calo ieri la banca austriaca Raiffeisen Bank dopo i risultati, con l’utile netto del trimestre che si è fermato a EUR71,0 mln contro i EUR91,1 mln. Bene invece Bayer in attesa dei dati incoraggianti in arrivo dal test del farmaco Xarelto.

L’attenzione degli operatori sarà rivolta ai numerosi dati macro relativi alla salute del settore manifatturiero nei vari paesi eeuropei ed in Usa. Intanto, sotto le attese le vendite al dettaglio tedesche, scese a luglio dello 0,3% su mese contro previsioni di una salita dello 0,5%.

Da segnalare inoltre la statistica mensile Adp relativa agli occupati del settore privato Usa ad agosto, con gli analisti che prevedono un miglioramento di 19.000 unità rispetto a luglio, in vista del dato chiave di venerdì sull’intero mercato occupazionale.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.