PIAZZA AFFARI FALLISCE TENTATIVO DI RECUPERO

21 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ci ha provato, ma per ora non ci è riuscita: nella prima mezz’ora di contrattazioni la borsa italiana ha tentato di forzare dal basso la resistenza, per riaffiorare oltre la parità.

Il Mib30 è arrivato fino a –0,02%, davvero un soffio dal territorio positivo, ma poi hanno avuto la meglio le vendite.

Tra l’altro, dopo che in avvio l’indice era finito sotto i 31.000 punti, negli ultimi minuti aveva recuperato fino a 31.005 punti. Ora è sceso di nuovo, a 30.930 punti.

Le forze contrastanti in campo sono essenzialmente due: da una parte i bancari, che fanno da locomotiva; dall’altra i telefonici, che fanno da zavorra.

Nel primo gruppo si mettono in evidenza per i loro rialzi Bipop Carire, molto vivace quest’oggi, IntesaBci, Unicredito, San Paolo Imi.

Al secondo gruppo si appaia anche il tecnologico per eccellenza del nostro listino, e cioè Stmicroelectronics.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.