PIAZZA AFFARI E’ POSITIVA MA RESTA GUARDINGA

27 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

A metà seduta Piazza Affari rimane positiva limando tuttavia il rimbalzo dell’apertura dopo la difficile seduta di ieri, che era stata condizionata dallo scandalo WorldCom, il gruppo telefonico Usa che ha denunciato irregolarità contabili per quasi $4 miliardi.

Oggi la borsa italiana è guardinga e arranca dietro le europee, in attesa di capire bene se i rialzi dei future sugli indici americani potranno consolidarsi fino a un avvio positivo di Wall Street.

A rimanere sul chi vive sono soprattutto i titoli bancari e finanziari. In particolare soffre IntesaBci: la banca è particolarmente esposta nei confronti del gruppo Usa.

Bisogna comunque dire che IntesaBci non è l’unica realtà, italiana o europea, in fibrillazione per le sorti di Worldcom, a cui nel frattempo è stata sporta accusa formale di frode da parte della Sec, la Consob americana.

Particolare attenzione oggi è dedicata a Mediobanca, di cui si tiene un comitato esecutivo, e Fiat, di cui è in corso un consiglio di amministrazione per decidere la nomina del nuovo amministratore delegato di Fiat Auto dopo l’uscita di Paolo Cantarella, e per esaminare il piano di Mediobanca che vorrebbe acquistare da Fiat una quota di Ferrari prima del collocamento.

In ogni caso, oggi è il giorno del rimbalzo dei tecnologici. Nel resto d’Europa, partiti molto bene, ora sono contrastati.

Sul Mib30 recupera con decisione Stm, che si porta appresso la controllante Finmeccanica.

Il mercato sta prendendo atto dell’annuncio della francese Alcatel: nel quadro del piano di ristrutturazione annunciato ieri , il gruppo ha annunciato il taglio di 10.000 posti di lavoro per ridurre i costi.
Bene i telefonici italiani, che riprendono vigore dopo il ribasso della vigilia.

E, tra i titoli che fanno capo al gruppo di Marco Tronchetti Provera, si è distinta fin dal mattino Seat Pagine Gialle.

Denaro sul lusso, con Bulgari in rialzo sul Mib30 e Tod’s in forte crescita sul Midex.

L’andamento positivo si spiega in parte con la rinuncia di Prada al collocamento, che è stato nuovamente rimandato.

Gli investitori che si erano disimpegnati dagli altri titoli del lusso per prepararsi a far posto all’attesa new entry, ora si stanno riposizionando.

Si muove positivamente ma senza slanci Eni. I ministri del petrolio aderenti all’Opec hanno deciso che l’aumento della produzione di greggio inizierà nell’utlimo trimestre del 2002.

Sul Midex si fanno notare Autogrill e L’Espresso, di cui il mercato sembra voglia premiare la politica di contenimento dei costi.

Il Numtel presenta più di una faccia. Da una parte c’è Tiscali, che perde quota sulla scia del report negativo di JP Morgan a dispetto delle dichiarazioni di Renato Soru; dall’altra c’è Gandalf, che è stata sospesa più volte per eccesso di rialzo.

In forte crescita anche Biosearch, che capitalizza le buone notizie sul fronte della guerra all’acne.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Piazza Affari