PIAZZA AFFARI E’ PIATTA A META’ SEDUTA

31 Luglio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si muove appena, ma senza direzione. A metà seduta i volumi sono scarsi, le idee poche e gli indici sono quasi tutti in negativo.

“Se non ci fosse stata l’operazione di Pirelli su Olivetti, a quest’ora il mercato sarebbe completamente fermo”, dice a Wall Street Italia il trader di una sala operativa.

Il Mibtel segna -0,50%, il Mib30 -0,60%, il Midex +0,39%, il Numtel -0,13%.

La situazione italiana rispecchia quella che più in generale si respira nel resto d’Europa: l’aria vacanziera di fine luglio, i segnali poco attraenti dall’America e l’attesa per la riunione di giovedì prossimo della Banca Centrale Europea, tutto contribuisce ad appiattire gli scambi.

La borsa di Milano mantiene comunque i suoi temi-guida, anche se il mercato dimostra che deve ancora capire dove porterà il nuovo assetto nel polo telefonico nazionale.

Pirelli ha oscillato intorno alla parità nel corso di tutta la mattinata. Ora guadagna lo 0,35% a €2,58.

Secondo un analista tecnico di Gestnord Intermediazione Sim il titolo è in trend ribassista (Vedi Piazza Affari: Pirelli cerca la sua strada).

Olivetti lascia l’1,99% a €1,92. Dice a Wall Street Italia Massimo Cenci, gestore di Gestnord Intermediazione Sim, che il titolo ha perso il suo appeal speculativo.

Ora resta da vedere se si farà o meno la ventilata fusione Olivetti-Telecom Italia. Secondo Cenci sarebbe la soluzione più logica per ripianare i debiti di Olivetti, ma la risposta degli azionisti di risparmio di Telecom Italia sarebbe un’incognita.

Telecom Italia lascia l’1,70% a €10,65. TIM perde l’1,29% a €6,41.

Tra i titoli interessati all’operazione, in calo anche IntesaBci (-0,49% a €3,62): secondo un operatore di Dresdner Kleinwort il titolo paga il prezzo di una eccessiva presenza nelle operazioni più importanti degli ultimi mesi (Montedison e Olivetti).

Sul fronte bancario, Bipop Carire si apprezza del 2,05% a €3,54, nell’attesa dell’assemblea degli azionisti in programma per mercoledì. Da quell’appuntamento il mercato attende di sapere di più sul destino della controllata Azimut.

Bene gli editoriali, tranne Seat Pagine Gialle che ripiega (-0,08% a €1,20) dopo il rialzo della vigilia.

Sul Nuovo Mercato Tiscali (+0,70% a €7,08) consolida la sua presenza al di sopra dei €7.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Pirelli-Olivetti: analisti aspettano le strategie
Pirelli cerca la sua strada
Olivetti e Pirelli invertono la rotta
Piazza Affari: timido rialzo per Olivetti
Tlc: Il regalo di Telecom per eBiscom e Aem,
Pirelli: la trasformazione in gruppo tlc
Piazza Affari: dove vanno Pirelli e Olivetti
Olivetti: Antitrust UE esaminerà il blitz