PIAZZA AFFARI E’ ANCORA SOTTO LA PARITA’

19 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Alle 11 ora italiana Piazza Affari si presenta con un indice Mibtel in ribasso dello 0,19%. Stessa flessione per il Mib30. Il Midex segna un rialzo, invece, dello 0,16%.

Sospeso per eccesso di rialzo il titolo Necchi, al centro di grande interesse nelle ultime sedute, dopo aver segnato un ultimo prezzo in crescita del +9,76%.

In generale il mercato resta cauto, depresso, e senza spunti. Oggi poi gli indici risentiranno dello stacco delle cedole. L’operazione interessa: Acea; Aem; Buffetti; Carraro; Centenari & Zinelli; Crespi; Csp Internazional; Enel; Eni; Fiat ordinarie e privilegio; Fiat risparmio; Ifil ordinarie; Ifil risparmio; Intek ordinarie; Intek risparmio; Manuli Rubber; Parmalat; Saiag ordinarie; Saiag risparmio; Savino del Bene; Snia ordinarie; Snia risparmio convertibili; Snia rnc; Unim.

In questo momento il peso maggiore delle perdite è inferto da Eni, -3% in attesa del vertice Opec che potrebbe decidere l’aumento della produzione di petrolio, e da Enel, -1,82%. I due titoli sono quelli a maggiore capitalizzazione nel Mib30, quindi ogni movimento che li interessa finisce per farsi sentire in modo particolare anche sul resto del listino.

Soffrono i telefonici, specialmente Tecnost che lascia l’1,37%.