PIAZZA AFFARI DEBOLE, VOLANO BNL E NUMTEL

31 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso in rialzo, lontano dai massimi di giornata. A metà seduta gli scarsi volumi e gli eccessivi scostamenti di alcuni titoli, legati alla revisione dell’indice di Morgan Stanley, l’hanno fatta da padrone. Poi è subentrata l’attesa.

Oggi infatti sono stati comunicati importanti dati macroeconomici dagli Usa: dopo il dato sulla produttività del primo trimestre, i future sugli indici Usa hanno rallentato la corsa, lasciando qualche spiraglio a un certo nervosismo, ma gli altri dati macroeconomici, come la vendita di semiconduttori in Aprile , la fiducia dei consumatori redatto dall’Università del Michigan relativa al mese di maggio, il Chicago PMI , l’indice dei manager responsabili degli ordini di acquisto per le aziende dell’area di Chicago, e gli ordini alle fabbriche di aprile, tutti superiori alle stime, hanno fatto recuperare tutto il terreno perduto.

La giornata è stata positiva anche grazie alla tenuta di Wall Street, che non si è scossa più di tanto dopo i nuovi segnali di tensione tra India e Pakistan.

Il Mibtel è sceso a 21.952 punti (-0,20%)
Il Mib30 si è fermato a 29.952 punti (-0,29%).
Il Midex ha ceduto lo 0,92% a 27.568 punti.
Il Numtel ha chiuso a 1.907 punti (+1,87%).

Bnl è stato il titolo “toro” di oggi: il Governatore di Banca d’Italia, Antonio Fazio, nelle sue Considerazioni Finali, ha sostanzialmente benedetto il matrimonio dell’istituto romano con Banca Mps, anch’essa in denaro.

Bene anche il risparmio gestito, con Fideuram e Mediolanum, mentre Bipop Carire ha chiuso in netto calo, trascinando anche l’altra promessa “sposa” Banca di Roma.

Tra gli industriali seduta negativa Fiat.

Tmt contrastati: tra i media è scesa Mediaset mentre è volata Seat Pagine Gialle. Tra i telefonici perdono pesantemente terreno Tim e Pirelli, mentre limitano i danni Telecom Italia e Olivetti. Non è bastata al comparto la proposta di rientrare sui titoli del settore, lanciata da alcuni economisti.

Stmicroelectronics ha giovato delle buone notizie provenienti dal settore dei semiconduttori, ma non è riuscita a fare la differenza, nonostante le principali banche d’affari continuino a credere nella ripresa del titolo.

Eni ha chiuso piatta il day after l’assemblea degli azionisti. Il titolo non ha trato vantaggi dalla crescita del prezzo del petrolio.

Sul Midex semaforo rosso per Fondiariae Sai (tra i peggiori del listino), le protagoniste della fusione annunciata ieri e criticata oggi dal Financial Times.

Alle critiche si è associato anche Il Fondo Liverpool, che ritiene che i termini della fusione Sai-Fondiaria annunciati ieri dalle due società siano “ingiusti” nei confronti degli azionisti di minoranza della compagnia fiorentina.

Tra gli altri titoli che hanno movimentato la seduta si sono segnalate Banca Lombarda e Idra Presse.

Sul Numtel performance di Tiscali, che si è riportato a €8,16.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.