PIAZZA AFFARI DEBOLE, MIB30 GIU’ PER ASSICURATIVI

10 Gennaio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari è debole a metà giornata con tutti gli indici al ribasso tranne il Numtel che tasta il polso del Nuovo Mercato e segna un rialzo dell’1,97%. Il Mibtel perde lo 0,62%, il Mib30 lo 0,59%. Il Midex l’1,11%.

La giornata è caratterizzata dai titoli assicurativi, che stanno cedendo su tutto il fronte, e da Eni in buon recupero dell’1,76% a 6,75 euro.

“Siamo più calmi ora rispetto alla prima parte della seduta – dice un trader di Gestnord Intermediazione Sim – abbiamo risentito del calo del Dax tedesco, che ha condizionato gli altri mercati europei. D’altra parte dall’America non giungono segnali positivi dai futures sui principali indici”.

Ecco alcuni dei titoli che stanno movimentando gli scambi.

Alleanza perde il 4,47%, Ras il 3,08%, Generali l’1,82%. “Il comparto assicurativo – dice il trader – è in una fase di forte riflessione; per la sua alta capitalizzazione Generali è quella che più incide sul listino”.

Nel comparto bancario, prese di beneficio su San Paolo Imi, che lascia il 2,55% a 18,27 euro.

Nel comparto dei telefonici Tim è debole, in perdita dello 0,33% a 8,41 euro. “E’ un titolo comunque da tenere d’occhio – afferma il trader – non ha in questo momento particolari prospettive di crescita, ma potrebbe sprintare rispetto agli attuali livelli”.

Sempre tra i telefonici Telecom Italia guadagna lo 0,63% a 12,32 euro. Tra stasera e domani mattina saranno diffusi i risultati dell’operazione di buy back.

Nel comparto degli editoriali Seat cresce del 2,14% a 1,95 euro. “E’ arrivato qualche ordine di acquisto rotondo – spiega il trader – gli scambi sono buoni e il titolo si è allontanato dai minimi di due giorni fa; anzi adesso sta attaccando quota 2 euro, che è una soglia psicologica importante””

Tra gli industriali cresce Pirelli che mette a segno un rialzo dello 0,52% a 3,90 euro. “Il titolo è in denaro per il terzo giorno consecutivo – ricorda l’operatore della Sim – a spingerlo verso l’alto c’è la consapevolezza della forte liquidità del gruppo che prima o poi dovrà essere indirizzata verso qualche importante operazione”.

Sul Nuovo Mercato si segnala Tiscali, in rialzo del 6,99% a 15,25 euro. “Il mercato ha finito per leggere in un’ottica positiva l’operazione sull’Internet service provider francese Liberty Surf”.