Società

PIAZZA AFFARI: DEBOLE E INCERTA A META’ SEDUTA

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Piazza Affari a metà seduta si trova sostanzialmente sullo stesso livello dell’apertura.

Il mercato fin dall’inizio si è allineato all’andamento degli altri mercati europei. Nel corso della mattinata ha tentato dapprima un recupero, poi si è risistemata sul solco già tracciato in avvio.

La caratteristica della giornata è una certa volatilità e una buona dose di attesa, in vista dei dati macro-economici americani, che seguiranno quelli europei e italiani diffusi questa mattina.

L’attesa per i dati USA è uno dei motivi per i quali il mercato stenta a trovare una direzione precisa.

Il Mibtel segna +0,33%.

Il Mib30 +0,44%.

Il Midex -0,71%.

Il Numtel -0,34%.

Sul Mib30 l’attenzione di oggi è appuntata su HDP e l’intensificarsi delle voci di una cessione di Valentino a Marzotto. L’indiscrezione è stata tuttavia smentita.

Il lusso è contrastato, con Bulgari che sale sulle ricoperture, e Tod’s, sul Midex, che perde quota dopo i dati di bilancio di ieri.

Non naviga in buone acque Bipop Carire, coinvolta in qualche modo nella vicenda dell’americana Enron.

In crescita, tra gli altri titoli del risparmio gestito, anche Mediolanum al centro di scommesse dopo le dichiarazioni del numero uno Ennio Doris. In avvio di giornata il titolo cedeva, ora recupera.

Bene ENI, che si avvantaggia di oltre un punto percentuale grazie anche all’aumento del prezzo del greggio. Con il titolo del gruppo salgono anche quelli delle controllate Italgas e Saipem.

Denaro sulle utilities così come su Enel. Il gruppo è interessato al decreto legge sull’energia che, come ha spiegato oggi il ministro delle Attività Produttive Antonio Marzano, pone un limite del 50% alla capacita’ di generazione elettrica da parte di Enel a partire dal primo ottobre.

Prosegue anche oggi il denaro su Pirelli e tutta la sua filiera, dopo che ieri i titoli erano cresciuti sulle voci di accorciamento della catena di controllo.

Ancora sostenuta Autostrade, che gode del giudizio positivo di Ubs Warburg.

Sul Midex Snia è in ribasso, ma si trova a €1,92, che è al di sopra del prezzo dell’opa lanciata da Bios a €1,8.

Molto bene Sai, in rialzo di oltre tre punti e mezzo percentuali.

Sul Nuovo Mercato riflettori accesi su Biosearch, in crescita di oltre tre punti e mezzo percentuali.