PIAZZA AFFARI DEBOLE A META’ SEDUTA, GUARDA NY

16 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari si presenta negativa al giro di boa di metà giornata, con forti aspettative sui dati macro-economici che nel primissimo pomeriggio saranno resi noti in America.

Il Mibtel lascia lo 0,91%, il Mib30 è a -1,01%, il Midex a -0,53%. Più pesante il Numtel che lascia l’1,11%.

“C’è molta attesa per i dati USA, che riguardano la costruzione di nuove case, la produzione industriale, la capacità produttiva e soprattutto i prezzi alla produzione”, spiega a WallStreetItalia il trader di una Sim milanese. I prezzi alla produzione indicano infatti la tendenza dei prezzi a monte di quelli al consumo, e sono un segnale importante di cui la Federal Reserve, Banca Centrale USA, terrà conto in vista della riunione del 20 marzo.

Secondo il trader le aspettative sono positive: “gli analisti stimano una crescita dei prezzi alla produzione a febbario intorno allo 0,1%, contro l’1,1% di gennaio, e questo grazie al minor peso dei prezzi per gas e tabacco; alla luce di queste stime il mercato comincia a scontare un possibile taglio dei tassi di interesse americani dello 0,75% contro lo 0,50% atteso”.

I volumi a Piazza Affari sono bassi, tutto si muove molto poco in una giornata che vede tra l’altro le scadenze per le opzioni e il riposizionamento del mercato.

Tra i titoli che si stanno muovendo di più ci sono i telefonici: Olivetti lascia il 2,82% a €2,17, TIM l’1,34% a €7,09, Telecom Italia l’1,26% a €11,07.
(Vedi Piazza Affari: i telefonici guardano il fondo)

In crescita invece il comparto energetico. ENI (+0,52% a €7,09) e Edison (+1,45% a €7,09) sono tra i titoli migliori del Mib30. Il primo resta tonico in attesa di un taglio alla produzione petrolifera da parte dell’Opec. Per Edison la crescita è legata alla presentazione degli dati sul bilancio 2000.
(Vedi Piazza Affari: energetici in gran spolvero)

A picco gli editoriali. Seat Pagine Gialle è in ribasso del 2,79% a €1,25, ma soffre anche Espresso (-1,79% a €6,68) mentre Mediaset cresce dello 0,95% a €10,45. Sui titoli in calo il trader parla di prese di beneficio, visto che erano cresciuti in precedenza.
(Vedi Piazza Affari: Seat Pagine Gialle a picco)

Tra gli industriali, pesante Fiat (-2,13% a €24,4), sulla scia della flessione di tutto il settore in Europa (Vedi Piazza Affari: i titoli da tenere d’occhio oggi). In calo anche Finmeccanica (-2,10% a €1,07) e STMicroelectronics (-2,71% a €36,25), al centro di voci su possibili cambiamenti nell’assetto societario.

Bene Autostrade (+0,90% a €6,81) nel giorno del consiglio di amministrazione che esamina il bilancio 2000.

Sul Nuovo Mercato si è distinta Biosearch (+5,38% a €26,45), che rimbalza dopo le forti perdite delle scorse sedute. (Vedi Piazza Affari: Biosearch regna sul NM)