PIAZZA AFFARI CONSOLIDA RIALZO, FIAT DETTA LEGGE

28 Maggio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari a metà seduta è tra le migliori borse europee e consolida il guadagno dell’apertura vendendo tra l’altro passare in positivo anche il Midex, che in avvio era appena sotto la linea di galleggiamento.

Gioca a favore anche l’andamento dei future sugli indici Usa, che anticipano una buona partenza per l’America, ieri ferma in occasione del Memorial Day.

Il motivo conduttore della giornata è Fiat, sulle attese dell’annuncio ufficiale del piano di ristrutturazione del debito, da realizzare con le banche maggiormente esposte nei confronti del gruppo torinese.

Il titolo Fiat guadagna oltre tre punti percentuali. Oggi il presidente di Ifil, Umberto Agnelli, ha detto che Fiat è strategica per la famiglia, e su questo sono tutti d’accordo all’interno della accomandita che raggruppa i principali membri del “casato”.

Non per questo, ha tuttavia aggiunto il fratello dell’Avvocato, ciò significa che debba essere strategica per sempre.

Restano così aleggianti le voci sulla possibilità che gli americani di General Motors possano acquistare Fiat Auto prima del 2004.

Oggi Goldman Sachs ha emesso un target price su Fiat a
€20, valido “se Fiat decidesse di vendere l’auto a General
Motors”.

Con Fiat recuperano prepotentemente le banche creditrici: IntesaBci, in primo luogo, ma anche San Paolo Imi, Unicredito e Banca di Roma.

Altri protagonisti vivacizzano la scena: tra questi, i telefonici.

Molto bene Tim, ma sono in rialzo tutti i titoli del settore, in linea del resto di quanto sta avvenendo in Europa, sulla scia anche delle prospettive positive indicate dalla britannica Vodafone.

Sul fronte delle telecomunicazioni, c’è molta attenzione anche a quanto accade in casa Blu: oggi sono riuniti gli azionisti del consorzio di telefonia mobile, proprio per deciderne la cessione.

Il consorzio di Matera, Anthill, ha formalizzato un’offerta d’acquisto per Blu.

Tra gli altri titoli del Mib30 bene il risparmio gestito con l’eccezione di Bipop Carire che resta debole.

Denaro sugli altri industriali a parte Fiat, come Pirelli, Finmeccanica e la stessa Stmicroelectronics.

Salgono Eni e la controllata Snam Rete Gas. Quest’ultimo titolo ha ritrovato una certa effervescenza dopo che l’Autorità per l’Energia ha scritto al governo una lettera ufficiale sull’illegittimità del tributo regionale sul trasporto di gas varato dalla regione Sicilia.

Positiva, tra le altre controllate di Eni, anche Italgas, mentre cede Saipem.

Il comparto media è ben comprato, sia sul Mib30, con Mediaset brillante fin dall’avvio, sia sul Midex, dove si distinguono Mondadori e Class. In positivo anche Alitalia.

Il Nuovo Mercato ha quest’oggi la sua stella in Freedomland, premiata dal mercato dopo l’accordo con Philips.

In recupero Tiscali.

Tra gli altri titoli resta sospesa Necchi. Il vertice della società che produce macchine per cucire ha fatto sapere di prendere atto della decisione di ieri di Borsa Spa di sospendere dalle trattazioni le azioni di risparmio non convertibili, e di augurarsi, a tutela degli azionisti di risparmio, che il provvedimento sia revocato quanto prima.

Secondo Necchi, l’andamento anomalo del titolo che ha motivato il provvedimento della Borsa è da imputare al limitato numero di azioni risparmio non convertibili in circolazione (450.000, pari allo 0,2% circa del capitale della società).

Per le
quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.