PIAZZA AFFARI: CON FIAT E NOKIA RECUPERA PUNTI

11 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari a metà seduta sembra un’altra borsa rispetto a quella dell’apertura. Là dove quella era incerta e depressa, questa ha preso sicurezza e approfitta del momento per recuperare posizioni.

Stessa situazione in Europa dove i listini si sono ripresi dalla medesima situazione di fragilità espressa nelle prime battute.

La strada del recupero è lastricata da due eventi. Il primo si chiama Fiat, il secondo Nokia.

Fiat fin dal primo mattino ha offerto un forte sostegno al Mib30, sulla scia delle dimissioni dell’amministratore delegato del gruppo, Paolo Cantarella.

Si apre ora il fronte delle successione, mentre il mercato studia e cerca di anticipare le possibili mosse del gruppo nel suo cammino verso la riduzione del debito.

Secondo alcune indiscrezioni, riportate da diversi quotidiani stranieri, anche Alfa Romeo potrebbe essere quotato in Borsa oltre a Ferrari proprio in quest’ottica.

In generale, a livello europeo, il settore dell’auto è apparso depresso per tutta la mattinata, anche sulle ipotesi di nuovi costi all’orizzonte.

Nokia ha condizionato i mercati: prima, con le attese sui suoi dati; poi, una volta diffusi, con la loro interpretazione.

Il mercato di fatto non si è lasciato condizionare dall’allarme vendite e invece ha guardato con fiducia alla rassicurazione che saranno comunque rispettati gli obiettivi di utile.

Dopo un primo momento di empasse, non solo il titolo del gruppo finlandese, ma tutto il comparto tech, e a seguire anche tutta la borsa, sono risaliti.

Ha riguadagnato il segno più anche Stmicroelectronics, che conta Nokia tra i suoi maggiori clienti. Ora però il titolo ha leggermente ripiegato.

Sotto i riflettori, tra gli altri titoli, c’è anche Eni.

Buono il suo allungo, che l’ha portato fino a €16,13.

Oggi Ubs Warburg ha confermato la raccomandazione “Buy” sul titolo con target price a €19 (è l’unico Buy che Ubs ha sui titoli petroliferi europei).

Positivi i telefonici, i media, gli industriali, i bancari, con la sola eccezione di Mps, su cui continuano a intrecciarsi ipotesi contrastanti sull’atteso matrimonio con Bnl.

Sul Midex regna il titolo Parmalat; recupera Aem.

Sul Nuovo Mercato perde quota Cdc nonostante l’accordo con a livello internazionale.

Positiva Tiscali, che però è ancora molto lontana da quota €8.

Tra gli altri titoli si segnala il forte recupero di Basicnet, dopo il tonfo della vigilia.

Il mercato torna a scommettere su una vittoria dell’Italia ai mondiali di calcio, soprattutto ora che la Francia è stata eliminata.

Basicnet si avvantaggia perché è sponsor ufficiale della nazionale azzurra.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours, clicca in MERCATI nella sezione PIAZZA AFFARI.